Un Ladispoli rabberciato ed arrabbiato tenterà l’impresa al Trastevere Stadium. Arbitro permettendo…

0
212

Un Ladispoli rabberciato, privo di 4 giocatori squalificati, ma molto arrabbiato, scenderà in campo domenica alle 14,30 al Trastevere Stadium di Roma contro la terza in classifica. E’ stata una settimana molto intensa, lo scandaloso arbitraggio nella gara con l’Ostia Mare ha lasciato uno strascico di polemiche che sono arrivate perfino in Parlamento con l’annuncio dell’interrogazione al ministro dello sport preannunciata dall’amministrazione comunale di Ladispoli. Un fatto è certo, i tifosi, la società e tutti coloro che amano lo sport pulito si sono stancati delle ripetute vessazioni commesse dalla classe arbitrale ai danni del Ladispoli. Errori ed incapacità che hanno spinto i rossoblu, a colpi di calci di rigore ed espulsioni, in fondo alla classifica. E’ una situazione pesante, il clima non è dei migliori, le polemiche stanno diventando roventi, i tifosi, anzi un’intera città, si sentono presi in giro dalla Lega Nazionale Dilettanti che continua ad inviare arbitri non all’altezza della situazione. Il Girone G della Serie D è uno dei più complicati, è a 20 squadre, ci sono club storici come Avellino, Latina e Torres, oltre ad una nutrita pattuglie di compagini sarde. Campi dove è difficile andare a raccogliere punti, come dimostrato dalla “rapina” subita dal Ladispoli a Lanusei e dal rigore fischiato contro a Castiadas. Club della Sardegna come Budoni, Castiadas e forse Torres che potrebbero essere gli avversari del Ladispoli nello spareggio play out in programma a fine stagione per le squadre che si classificano tra il 15° ed il 18° posto. Ecco perchè per il Ladispoli è fondamentale almeno piazzarsi 15° o 16° per avere la chance di giocare lo spareggio in gara unica tra le mura amiche. E’ ovvio che il persistere di arbitraggi maldestri ed insufficienti sta spingendo i rossoblu verso il fondo della graduatoria. Domenica a Trastevere servirà un mezzo miracolo, i capitolini puntano alla promozione diretta in Serie C, inseguono a 7 punti la capolista Lanusei, ma vengono da un periodo negativo culminato con due sconfitte consecutive. E’ questa la speranza a cui deve aggrapparsi il Ladispoli, i romani non appaiono in grande forma, il nervosismo potrebbe giocare un brutto scherzo ad una squadra costruita per vincere il Girone G e che invece deve arrancare anche dietro il Latte Dolce Sassari. Speriamo che la fortuna inizi a girare e che soprattutto la Lega Nazionale Dilettanti, nelle cui stanze ha fatto molto rumore la notizia dell’interrogazione parlamentare, possa finalmente inviare arbitri bravi, imparziali ed all’altezza della situazione. Ricordiamo infatti che domenica 17 marzo, in occasione della 31° giornata, si giocherà Ladispoli – Budoni, vero spareggio salvezza allo stadio Angelo Sale. Senza una terna arbitrale eccellente ed in grado di gestire una gara senza appello, si rischierebbe la corrida. Speriamo che alla Lega Nazionale Dilettanti si decidano ad intervenire.