Sosta a pagamento, si allarga la protesta a Cerveteri

0
732

La discutibile ed inopportuna decisione del comune di Cerveteri di introdurre i parcheggi a pagamento in tutto il centro storico continua ad innescare reazioni di protesta. 

Dopo il malumore dei cittadini sui social e la presa di posizione del Codacons che ha annunciato la mobilitazione contro le strisce blu, finalmente anche le forze politiche di Cerveteri si sono svegliate dal torpore estivo. Annunciando battaglia contro il progetto di salassare i cittadini di Cerveteri con i parcheggi a pagamento. Di seguito la nota sottoscritta da quasi tutti i consiglieri di opposizione, noterete che manca il Partito democratico.

“L’idea del Sindaco e della sua giunta è, secondo noi, soltanto un modo per fare cassa e tassare ulteriormente i cittadini di Cerveteri. Costringere chi vuole passare una giornata nel centro di Cerveteri o chi deve andare al lavoro o chi vuole fare la spesa quotidiana a pagare un “obolo” per la sosta così oneroso,vuol dire rendere, inevitabilmente, il territorio cerite ancor più deserto dopo, tra l’altro, i negativi effetti ottenuti con i varchi attivi di regolamentazione di accesso al centro storico degli anni passati ma, soprattutto, vuol dire ulteriori danni agli esercenti ai quali, senza voler entrare nel merito di quello che sarà il risultato finale, esprimiamo sin da ora la nostra solidarietà e vicinanza perché, come dicevamo, saranno tra i più penalizzati. E’ per tali motivi che in un momento come questo, dove la crisi la fa da padrona, insieme agli altri mille problemi con cui le famiglie devono confrontarsi quotidianamente, abbiamo ritenuto doveroso e opportuno intervenire in merito al progetto sperimentale delle strisce blu o sosta a pagamento prevista per il centro di Cerveteri presentando, in data 24/08/2017, una dettagliata Mozione con la quale chiediamo :

  • di posticipare l’avvio del progetto sperimentale della sosta a pagamento sino a quando non saranno eseguiti idonei lavori per una vera riqualificazione del centro storico e delle zone centrali;
  • modificare la prevista tariffa minima per le soste a pagamento portandola da Euro 0,50 a Euro 0,20 e prevedere il frazionamento nella prima ora di sosta;
  • Modificare le fasce di orario nel seguente modo: 8.30 am. -13.00 pm e 16.00 pm. – 20,00 pm.;
  • Prevedere esenzione del pagamento ticket sosta ai disabili ed indigenti, ai residenti delle aree interessate, ai titolari/proprietari di attività commerciali/professionali, a ciclomotori/ motocicli, ai veicoli al servizio dei soggetti diversamente abili e a quelli adibiti al carico/scarico materiali e merci
  • prevedere di adottare una nuova formula di agevolazione, prevista in alcuni comuni italiani che permetterebbe di effettuare una sosta gratuita di 30 minuti, in tutte le zone con i parcheggi a pagamento;
  • prevedere la riduzione della tempistica della prima fase sperimentale del progetto da 8 mesi a 4 mesi e che gli impianti o colonnine,(macchinette emissione ticket) siano dati in comodato d’uso;

Sia chiaro, Noi dell’opposizione di centrodestra non siamo contrari per “diletto” ma siamo contrari che le strisce blu si trasformino nell’ennesima tassa per i residenti di Cerveteri. Per questo abbiamo chiesto anche una serie di esoneri per i cittadini del nostro Comune perché pensiamo che le “famigerate” strisce blu rappresentino un’usura per i cittadini e un pizzo per i commercianti oltre che l’ennesima dimostrazione di incapacità politica di questa Amministrazione che sta millantando il rilancio della città, quando invece il suo obiettivo è far cassa, e l’unico investimento è l’acquisto di barattoli di vernice blu”.

Aldo De Angelis (Cons. Capogruppo Trasparenza e Legalità)

Anna Lisa Belardinelli (Cons. Capogruppo Fratelli d’Italia)

Salvatore Orsomando (Cons. Capogruppo Forza Italia)

Lamberto Ramazzotti (Cons. Capogruppo Capacità e Passione)

Luca Piergentili (Cons. Capogruppo Anna Lisa Belardinelli Sindaco)

Margherita Tassitano (Cons. Capogruppo Tassitano Sindaco)

Niccolò Accardo (Capogruppo Cambiare Cerveteri)