Sicurezza, l’affondo del consigliere Giovanni Ardita

0
855
giovanni ardita
Giovanni Ardita

Riceviamo e pubblichiamo.

Non ho parole, credevo la notizia apparsa  il 1 aprile  “i 5 stelle condannano l’atto criminoso di un ragazzo del nord africa che si è reso protagonista di un conflitto con un altro uomo armato di coltello feriva il giovane”,fosse un pesce d’Aprile. Successivamente avuta la conferma della stampa dell’atto criminoso compiuto durante la notte, ho compreso che la notizia era  vera.

E’ sicuramente da condannare un gesto del genere, e sono anche da sanzionare le attività che vendono birre e  alcolici fuori dall’orario consentito. Sotto questo punto di vista, mi aspetto un duro provvedimento dell’amministrazione comunale e una decisa sanzione delle autorità di polizia locale nei confronti dei trasgressori, noi siamo la destra delle regole, e il grando cambiamento ci deve essere, in primis nella sicurezza, lo afferma il guerriero destra locale Ardita, che punta il dito sulla coerenza dei 5 stelle locali,  che proprio nel mese di ottobre prima per il provvedimento di delibera dello SPRARR e successivamente per numerosi furti, il sottoscritto ha alzato la voce sul problema sicurezza del territorio, e con toni elevati arrivava ad accusare dei rom ladri che si presumeva che rubassero per le case e i villini del nostro territorio, i grillini locali sono intervenuti e in entrambi i casi hanno dimostrato più tolleranza e buonismo nei confronti degli stranieri che vengono in Italia”

Ricordo – le posizioni assunte  dai 5 stelle sia nel provvedimento SPRARR portato in aula, dove loro non solo si sono dichiarati favorevoli nel chiedere di accogliere profughi anche dell’africa che non se ne conosceva la precisa provenienza e il diritto di venire in Italia da paesi che erano afflitti da vere guerre interne, condannarono le parole pesanti espresse dal consigliere Ardita contro i Rom ladri che a suo parere dopo essere arrestati, dovrebbero essere rimpatriati nei loro paesi di origine, e questo principio ispirato anche dai nostri leader nazionali di FDI Meloni e Salvini Lega è chiaro, gli immigrati che vengono in Italia per delinquere devono essere rispediti ripeto (a calci) nei loro paesi di origine.

A nome di Fratelli d’Italia il 5 marzo ho depositato una Mozione sulla Sicurezza, ritengo che alcune tematiche debbano essere trattate non solo sotto il periodo elettorale, e non dopo atti vandalici e criminosi, preventivamente più di 1 mese fa il sottoscritto ha depositato una Mozione per chiedere al consiglio comunale di inviare una richiesta al Prefetto di Roma e al Capo della Polizia che i nostri due comuni Ladispoli e Cerveteri con più di 80.000 residenti l’inverno e più di 150.000 l’estate hanno diritto ad avere un Commissariato di Polizia, vediamo se in quell’occasione i grillini dove salteranno, a favore dei profughi o a favore della Sicurezza della città? Noi di FDI abbiamo le idee chiare al Prefetto di Roma va inviata una sola richiesta l’istituzione di un Commissariato di Polizia, noi siamo per non dare asilo  ai profughisoprattutto economici,, conclude ironicamente Ardita perché potrebbero essere un ottima risorsa per il Sindaco a 5 stelle di Roma la Raggi per incrementare il reddito di cittadinanza.

Giovanni Ardita

Consigliere Comunale Ladispoli

Fratelli d’Italia