“Siamo pronti a scrivere al ministro dei Trasporti”

0
348
Tari
Giovanni Ardita

Riceviamo e pubblichiamo dal consigliere comunale di Ladispoli, Giovanni Ardita. 

Quella vissuta ieri mattina, è stata un’altra mattina di disagi alla stazione di Ladispoli, dalle 6.00 di mattina treni in ritardo e treni affollati, all’improvviso hanno anche soppresso il treno delle 8.12, i treni delle 8.24 e 9.04 erano stracolmi, tutti i treni con più di 30 minuti di ritardo fino a 60 minuti.

Non si può arrivare dopo 2 ore nel posto di lavoro e molti studenti in ritardo a scuola o a lezione all’università, oggi un guasto alla stazione di Roma S. Pietro, un altro giorno cade la linea a Roma Termini, un altro giorno spostano le partenze da Roma Termini a via Ostiense senza avvisare nessuno.

Speriamo che ci confermano la detrazione fiscale dell’abbonamento Metro Bus vecchia, battaglia sostenuta insieme al Codacons di Bernabei che in precedenti finanziarie a partire dal 2001 non siamo riusciti a d inserire, almeno qualche soldo sui disservizi lo recuperiamo dalla prossima dichiarazione dei redditi.

Purtroppo i disservizi di Trenitalia continuano, non hanno risolto il problema del treno notturno che a fase alterne dopo le 23.00 rimane acceso e disturba la quiete pubblica e molti residenti delle vie del campo sportivo e adiacenti anche al lato opposto via Trieste, che la mattina presto si alzano per andare a lavoro a Roma, dopo l’ultimo sollecito stiamo valutando di scrivere al Ministro dei Trasporti Toninelli.

Speriamo che nei prossimi giorni si torni alla normalità ed auspichiamo che presto Trenitalia e soprattutto RFI ci confermano che istalleranno le pensiline alla stazione di Ladispoli e i bagni alla stazione riapriranno, anche perché le stagioni “Autunno ed Inverno” delle piogge si avvicinano e salire o scendere il treno in 200 alla stazione di Ladispoli per scendere al sottopasso stretto diventerà veramente problematico.

Giovanni Ardita

Delegato al Pendolarismo rapporti RFI e Trenitalia

Comune di Ladispoli