Santa Severa: sit-in per salvare parco, chiesa e convento

0
231
convento

Il Comitato per la Salvaguardia della Chiesa, del Convento e del Parco naturale di Santa Severa, invita tutti i cittadini che hanno a cuore la causa, a partecipare al presidio che si terrà Domenica 23 Gennaio alle ore 11,00, in via Giunone Lucina 75.

La Chiesa, il Convento e il Parco della Immacolata di Santa Severa, rischiano di scomparire per fare posto ad un nuovo insediamento edilizio. La comunità locale, cittadini, villeggianti, residenti, fedeli e tutti coloro che amano quel luogo, si oppongono all’idea che un tale patrimonio religioso, un giacimento culturale e ambientale possa essere spazzato via dalle ruspe.

La comunità di fedeli – tra l’altro – sarebbe improvvisamente orfana di una struttura che nei decenni ha rappresentato un determinante polo di coesione per i credenti. Infatti presso il Convento ha spesso dimorato il Santo Giovanni Paolo II, sedimentando così una forte influenza spirituale. Ciò non di meno sono state cicliche le frequentazioni alle Sante Messe dei due emeriti Presidenti della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi e Oscar Luigi Scalfaro.

Il Comitato si propone dunque di agire, informando capillarmente la popolazione ed ha già promosso una raccolta di firme da inoltrare al Sindaco, alla Diocesi, all’Ordine dei Frati Minori e alla nuova Proprietà, intende poi promuovere la partecipazione di chiunque voglia aderire al comitato stesso. Inoltre sempre gli organizzatori, intendono promuovere l’iniziativa all’attenzione della comunità del comprensorio e degli organi istituzionali preposti.

Il sit-in per salvare il luogo, si terrà in prossimità dell’entrata al convento, via Paolo Borsellino e la via Aurelia. Naturalmente la manifestazione avverrà nel rispetto di tutte le normative anti covid e sarà cura degli organizzatori, far indossare le mascherine e mantenere il corretto distanziamento, per evitare qualsiasi assembramento.
Salviamo la Chiesa, il Convento e il Parco naturale dell’Immacolata
Chi non si mobilita sappia che: il Silenzio è Assenso!

Il direttivo del Comitato