Santa Marinella: squadra di operatori anti-assembramento

0
299
squadra anti assembrmento

Presentata dal Sindaco di Santa Marinella Pietro Tidei la nuova squadra di operatori anti-assembramento, composta da 14 titolari del reddito di cittadinanza che questa mattina sono stati convocati nella sala consiliare della sede comunale di via Cicerone.

Tutti i percettori del reddito che hanno aderito, come prevede la legge, al progetto di avvio ai lavori socialmente utili hanno ricevuto in dotazione le pettorine che dovranno indossare, da domani per svolgere servizio nella cittadina e intervenire solo in caso di mancato rispetto delle norme anticovid. In particolare dovranno vigilare sul corretto uso delle mascherine e sul rispetto dei distanziamenti sociali. Tutti i nuovi operatori hanno ricevuto le corrette informazioni sul come comportarsi, e nel caso invitare le persone con la dovuta cortesia a rispettare le norme e qualora dovessero sorgere delle contestazioni potranno chiedere l’intervento delle forze dell’ordine nel caso specifico la Polizia Locale. “Credo che la loro presenza sul territorio possa essere di grande aiuto per limitare tutte quelle situazioni che potrebbero essere causa di contagi. Passeggeranno sempre in coppia lungo le strade maggiormente frequentate soprattutto durante il fine settimana e il loro servizio proseguirà fino al prossimo 31 dicembre 2021 e sarà molto utile soprattutto durante il prossimo periodo estivo con l’avvio dalla stagione balneare”. L’amministrazione comunale, già dallo scorso anno febbraio aveva avviato l’iter amministrativo per rispettare il decreto del ministero del Lavoro, che impone ai percettori del reddito di partecipare a progetti di lavoro utili alla collettività del proprio comune di residenza. «Sono convinto che questa iniziativa rappresenti per voi – ha detto il sindaco rivolgendosi ai convocati – anche un’occasione d’inclusione e crescita ma, vorrei ricordare, che aderire ai progetti non è una scelta discrezionale, ma un obbligo di legge che come amministrazione comunale dobbiamo far rispettare”.

Il Sindaco Pietro Tidei