Sabato 2 e domenica 3 marzo 2019 a Ladispoli mobilitazione per l’ambiente

0
402

Il 14 dicembre 2018 è terminata la COP24, la Conferenza sul cambiamento climatico organizzata dalle Nazioni Unite a Katowice, in Polonia. L’obiettivo era quello di decidere i criteri con cui misurare le emissioni di anidride carbonica, studiando le misure più efficaci per contrastare il cambiamento climatico nel mondo.A Katowice è stato firmato un ‘Rulebook’, ovvero il regolamento che rende operativo l’accordo di Parigi che indicava l’obiettivo di contenere entro fine secolo l’aumento medio della temperatura globale nei 2 gradi, meglio 1,5, rispetto ai livelli preindustriali, e mette tutti i paesi in condizioni di paritànel rendere conto sull’azione in campo per contenere il global warming.https://www.wwf.it/il_pianeta/clima_ed_energia/cop24_clima.cfm

Greta Thunberg, una giovanissima attivista svedese è intervenuta sul palco della COP24, puntando il dito verso i leader e i diplomatici presenti, sorprendendo il pubblico e scuotendo la coscienza del mondo con il suo discorso potente e coraggioso.  “Ho imparato che non si è mai troppo piccoli per fare la differenza“, ha affermato, facendo riflettere tutti su quanto ancora si possa agire per modificare le cose, proponendosi come la portavoce del movimento giovanile mondiale per il clima.Ispirandosi ai venerdì di protesta iniziati la scorsa estate a Stoccolma proprio da Greta, il movimento di sensibilizzazione sui cambiamenti climatici “Friday For Future” si sta moltiplicando anche in molte città d’Italia.https://www.fridaysforfuture.org/

Sabato 2 marzo, la rete di Associazioni del territorio di Ladispoli e dintorni, che da anni si battono per l’ambiente, darà vita ad un flash mobdal titolo “NO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI”per sensibilizzare tutti su questo tema. L’appuntamento è alleore 10.00presso il piazzale della Stazione, da dove un corteo colorato, con cartelli e slogan, partirà in direzione di Piazza Rossellini. Qui, dalle ore 11, si terrà una raccolta firme in sostegno del Comitato Mobastapizzodelprete,comitato che da tempo è impegnato affinchèilterritoriocollinarecheva da Tragliatellae Castel Campanile finoallaNecropolidellaBanditacciasiadichiaratodi notevoleinteressepubblico,aisensidell’art. 136 letterab) e c)del D. Lgs42/2004 – Codice dei beni culturali e del paesaggio.Si tratta diun paesaggiounico,di grande pregioambientale, naturalisticoe storico, da semprea vocazioneagricolae turistica, ricchissimodi presenzestoricheedarcheologiche, purtroppo da anni anche soggetto alle mire di quanti vorrebbero farne la sede di discariche, inceneritori ed altri impianti industriali di trattamento dei rifiuti di Roma, dove peraltro insiste già una megadiscarica, quella di Cupinoro, oggi fortunatamente chiusa.https://www.facebook.com/mobastapizzodelprete/

Domenica 3 marzo, inoltre,dalle ore 9.30 alle ore 13.30, ilServizio Aree protette della Città Metropolitana di Roma Capitale organizza presso il Monumento naturale Palude di Torre Flavia(ingresso Via Roma), la manifestazione “Plastic Blitz”, con il coinvolgimento di scuole, cittadini e associazioni, allo scopo di sensibilizzare quanto più possibile le persone sui problemi derivanti dalla presenza delle materie plastiche nell’ambiente, in  particolare negli ecosistemi marini e costieri, dove queste sostanze si accumulano.

Invitiamo i cittadini a prendere parte a tutte queste importanti iniziative, in quanto affrontano problematiche affini ed interconnesse tra loro,poiché tutte dipendonodal comportamento e dalle attività di noi esseri umani. Se vogliamo essere davvero saggi e previdenti verso il futuro dei nostri figli e nipoti, dovremmo seguire l’esempio di Greta fino in fondo!

Le Associazioni aderenti sono: Animo Onlus, Comitato Mobastapizzodelprete,Comitato Rifiuti Zero Ladispoli, Co.Ri.Ta, Forum Ambientalista Civitavecchia, Libera Presidio Cerveteri – Ladispoli, Lipu Civitavecchia, Marevivo Ladispoli, Natura per tutti Onlus, Salviamo il Paesaggio – Litorale Roma Nord, Scuolambiente,UNI Lazio, Verdemarino.