ROBOT CON INTELLIGENZA ARTIFICIALE ‘MANGIA’ IL DITO AD UN PICCOLO SCACCHISTA

0
363
intelligenza artificiale

MOSCA, BAMBINO DI 7 ANNI FERITO DA UN BRACCIO ROBOTICO DURANTE UNA PARTITA A SCACCHI.

(Maurizio Martucci)

E’ successo in Russia durante la performance del Mosca Open Festival Scacchi 2022. Un braccio robotico con intelligenza artificiale progettato per giocare a scacchi ha ‘mangiato’ un dito ad un bambino di soli 7 anni, considerato uno dei migliori giocatori al mondo. Indispettito dalle mosse del giovanissimo scacchista, il robot ha infatti anticipato la mossa ferendo il ragazzino, prontamente soccorso dagli adulti che hanno assistito alla scena. “Il dito del ragazzo – scrive The Guardian – è stato pizzicato dal braccio robotico per diversi secondi prima che una donna e tre uomini si precipitassero dentro, liberandolo e trascinandolo via.”

Messa sotto accusa per l’increscioso episodio, l’Intelligenza artificiale (IA) ha però trovato nel presidente della Federazione scacchisti russa un vero e proprio avvocato difensore: “L’affermazione secondo cui l’Intelligenza artificiale avanzata distruggerà l’umanità è falsa – senza fornire prove per l’esternazione ha ripetuto Sergey Smagin, assolvendo il ferimento causato dal robot – non la potente IA o la violazione delle leggi della robotica distruggeranno l’umanità, ma gli ingegneri con entrambe le mani sinistre“.

In realtà, oltre al ferimento del giovane scacchista, robotica e IA stanno già creando morti (come nel caso dell’India) e disoccupazione tecnologica (come nel caso della Cina). Poi il manifesto anti-transumanista denuncia nella robotica e nell’IA la pianificazione della sostituzione della specie umana nell’ibrido virtuale “un futuro che ciecamente annuncia reti onnipresenti, geneticamente ottimizzate, guidate da computer, in cui esseri umani presumibilmente fallibili sono manipolati e potenziati da un macchinario invisibile, presumibilmente controllabile e ottimizzabile, guidati da robot intesi quali il prossimo stadio di apparente “evoluzione” per l’umanità.“