Riprende l’iter per la realizzazione della Città dell’Arte e dell’Artigianato a Ladispoli

0
765

Riceviamo e pubblichiamo. L’uomo giusto al posto giusto permette di operare in modo concreto, pratico ed efficace. Mi congratulo con il mio collega di maggioranza Patrizio Falasca per aver assunto la Presidenza della commissione consiliare “Artigianato, caccia, pesca, agricoltura e commercio”. Un uomo di successo che gestisce diverse attività imprenditoriali e commerciali con esperienze internazionali può essere capace di concretizzare i progetti del “Movimento Sinergia”  costituitosi nel 2016 dalla rivista “Tracciati d’Arte”, l’associazione culturale “Nuova Luce” e dall’Università Aperta di Ladispoli. Il “Movimento Sinergia” ha proposto, e in parte già avviato progetti con altre associazioni, p.es. “Nuove Frontiere” e con gli Istituti Comprensivi “Corrado Meloni”. La “Città dell’Arte e dell’Artigianato” è nata dall’attuazione del progetto “La Cultura del Lavoro” realizzato con le suddette scuole di Ladispoli e gli Artigiani dell’aerea artigianale di Ladispoli nel 20915-16; il progetto è confluito nel “Laboratorio Creativo” della scuola “Corrado Meloni”, l’”Atelie Creativo” è stato finanziato anche dal M.I.U.R. a dimostrazione della validità dell’approccio pedagogico.

L’arch. Veronica De Santis, Assessore ai lavori pubblici, è stata già interessata a riguardo e lei ha provveduto a coinvolgere gli Assessori: Claudio Aronica e Francesco Prato. Ora con Falasca Presidente della Commissione competente si potranno riprendere i lavori lì dove sono stati lasciati con l’ex Delegato alle Attività Produttive: P. Ascani e G. Loddo. La nuova amministrazione del Sindaco Alessandro Grando certamente porterà avanti l’innovazione a Ladispoli e progetti che creano il bene comune distingueranno questa nuova politica a favore dello sviluppo del territorio.

Presto una riunione stabilirà i passi da fare per attuare un progetto molto ambizioso che vede anche la realizzazione della “Scuola di Vita”, che vedrà protagonisti le officine artigianali di Ladispoli e i ragazzi che hanno abbandonato precocemente la scuola e sono ancora soggetti all’obbligo formativo.

Il Coordinatore dell’Università Aperta Ladispoli.Dr Raffaele Cavaliere