Residenti nei comuni di Cerveteri, Ladispoli, Santa Marinella e Tolfa

0
202
corruzione

“Raccontate un fatto, una prevaricazione, la vostra testimonianza, fate si che la vostra voce urli:”io non ci sto più! io ho le mani pulite!”

«Nello scorso articolo ho voluto far comprendere che i maggiori danneggiati dalla corruzione, dalle turbative d’appalti e gare, dai controlli omessi siete proprio voi cittadini. Mi riferisco ai cittadini residenti nei comuni di Cerveteri, Ladispoli, Santa Marinella e Tolfa.
Pagate il prezzo maggiore perché questi “servizi erogati” sono scadenti, sono scambiati con assunzioni di amici che quando possono se ne stanno a casa, sono antieconomici per l’ente, in qualche caso anche in sovraprezzo.
Ci hanno guadagnato le finte cooperative sociali che sfruttando questo status hanno ottenuto importanti agevolazioni fiscali – pagando pochissime imposte e tasse – allo Stato, alla Regione ed al Comune perché i benefici di una cooperativa sociale si estendono dalla riduzione delle imposte sino alla riduzione della Tari.
Ci hanno ancora guadagnato le finte cooperative sociali che avvalendosi di questo status non hanno assunto però il personale che pur con qualche disagio dovevano assumere, e ancora una volta ci hanno guadagnato loro in quanto pur avendo questo status funzionavano come una società di capitali ed avevano come scopo il profitto.
Ci ha guadagnato il politico e/o il dirigente che ha ottenuto favori, attestazioni, impieghi, forse anche soldi, che ha fatto lavorare con le borse lavoro sui amici, parenti, amanti e chi ne ha più ne metta, soddisfando così il suo interesse privato a discapito di quello pubblico.
Torno a ribadire: “Chi ripagherà le persone che pur avendolo richiesto non hanno ricevuto nessun tipo di aiuto dal servizio sociale? Come giustificheranno la mala gestione nel processo mafia litorale che verte su appalti, gare truccate e favorite?
Abbiamo bisogno di trovare delle risposte oneste e sincere che non lascino in sospeso un tema come questo. I danni derivanti dalla MALAGESTIONE negli appalti (ovunque derivanti) devono essere REALMENTE RIMBORSATI ALLA CITTADINANZA.
Crede forse la classe politica attuale dei comuni di Tolfa, Ladispoli, Santa Marinella, Cerveteri, di non dover partecipare ad un processo i cui imputati , anche ex sindaci ed ex funzionari, hanno agito CONTRO la loro stessa collettività? Contro i loro stessi cittadini? “
Non voltatevi dall’altra parte, non accusate mal di pancia e per questa ragione dimenticate il danno a voi prodotto, ma scrivete con fiducia la vostra segnalazione rimarrà nell’anonimato poiché spesso è frutto di spiacevoli ritorsioni.
Le segnalazioni potete farle via chat su facebook andando nella pagina Comitato Regionale contro la corruzione oppure scrivendo alla email legalitaanticorruzione@gmail.com

Documentate il malaffare in ogni modo, raccontate un fatto, una prevaricazione, la vostra testimonianza a questo mal costume, fate si che la vostra voce urli: ” io non ci sto più! io ho le mani pulite!”».

Il Pungolo