PROCESSO AL CAPITANO ULTIMO

0
109

TIRRITO (Co.G.I.) E GRASSO: “AL SUO FIANCO FINCHE’ NON SARS’ FATTA GIUSTIZIA”.

“Chi parla di uguaglianza, fratellanza e legalità viene messo a tacere… E’ questa la democrazia che vige nel nostro Paese? Esprimiamo piena solidarietà al Capitano Ultimo, l’uomo che mise le manette ai polsi al capo dei capi di Cosa Nostra Totò Riina, che lo scorso anno venne indagato per diffamazione in seguito ad un’ intervista rilasciata al quotidiano il Riformista”. A parlare sono Maricetta Tirrito, portavoce del Co.G.I. (Comitato collaboratori di Giustizia) e Valeria Grasso, l’imprenditrice antimafia. 
“Se parlare di rispetto dei diritti, – spiegano Tirrito e Grasso – di mutuo soccorso o di cosa non va è un reato, probabilmente c’è qualcosa che non va nel Sistema. Nell’intervista, infatti, Ultimo aveva espresso pareri sul malfunzionamento dell’Arma e su come viene gestita in merito all’avanzamento di gradi. Considerazioni espresse da chi per anni ha servito la divisa con onore ed ha sacrificato la propria vita per essa”.
“Domani, – concludono – 23 giugno 2022, alle ore 10, il Capitano Ultimo verrà processato e noi saremo lì davanti alla Procura Militare di Roma fino all’emissione della sentenza, ad attendere al suo fianco che sia fatta giustizia”.