Il Principe Ruspoli risponde al sindaco sull’urbanistica

0
1319
dav

Riceviamo e pubblichiamo dalla Lista civica Nessun Dorma

In risposta  al sindaco uscente Pascucci che mette insieme solo un mucchio di confuse chiacchiere nella pubblicazione del 6 giugno di “Baraonda on line” difronte alle contestazioni di fatti precisi rivoltegli nei giorni scorsi, affermiamo quanto segue:

1)La verità è che  Pascucci nella sua qualità di responsabile dell’urbanistica non ha realizzato nulla nei cinque anni della sua amministrazione.

2)In compenso in questi 5 anni ha bloccato tre progetti cantierabili: quello del Premio Oscar Gianni Quaranta per il Centro Storico la cui realizzazione non avrebbe comportato nessuna spesa per il Comune. Ha bloccato la possibilità di edificare il piccolo Centro Commerciale sulla Becanonchè il sublime progetto intitolato “La città ideale”, firmato dalla celebrità internazionale, Professor Paolo Portoghesi, sulla stessa area Beca. Ha tolto così per anni ai cittadini di Cerveteri  i 600/700 posti di lavoro previsti dalla messa in opera delle iniziative suddette.

 

3) Non ha fatto altro che questo, il sindaco uscente Pascucci. Ammenochè non voglia citare come fosse la perla della sua inesistente attività di sindaco, il  cosiddetto Nuovo Piano Regolatore Generale, varato alla vigilia della campagna elettorale, in forma del tutto illegittima, per prospettare un Ecomostro (il sindaco uscente ha forse perduto la memoria della sua delibera del 3-8-2016 denominata appunto “Pian del Candeliere” che prevede l’apertura di un immenso Centro Commerciale)

si risparmi dunque il sindaco nei suoi sproloqui elettorali, affermando che finchè ci sarà lui, niente centri commerciali a Cerveteri, lui che si propone di realizzarne uno abnorme che stravolge l’area artigianale. Altro obbiettivo del suo nuovo PRG è quello di sanare l’insanabile   lottizzazione abusiva Ostilia, i cui terreni liberi per legge devono essere acquisiti da anni a titolo gratuito al patrimonio del Comune di Cerveteri.

Lista civica Nessun Dorma per Sforza Ruspoli  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here