PRIMAVERA IN NATUROPATIA: RITROVARE L’ENERGIA PERDUTA

0
317
primavera

La Primavera è il periodo dell’anno in cui la Natura dà il meglio di sé, dove tutto si veste di colori e si rinnova di freschezza e di nuova Vita.

Già dalla seconda metà di Febbraio si avverte nell’ aria il profumo di novità. Perché è proprio verso la fine del suddetto mese che ci si trova in un periodo di importante transizione; questo è valido in natura e perciò anche per noi. Tutto rinasce, tutto fiorisce ed è bene anche agevolare il compito del nostro organismo che seguendo gli antichi ritmi vitali farà lo stesso. Come prima cosa dovremmo rivedere le abitudini alimentari. Perciò impegnarsi a mangiare meglio (non meno, meglio!), prediligere sempre e comunque cibi ricchi di proprietà organolettiche.

Di contro al nostro impegno di alimentazione consapevole purtroppo alle porte della Primavera ci sarà la sensazione di avere sempre fame e una grande spossatezza. Per fortuna ci sono vari rimedi olistici che ci danno supporto sia per disintossicaci che per darci lo sprint necessario. Perché la parola chiave della Primavera è disintossicazione..da tutto! Dagli eccessi alimentari, dalle situazioni che non ci piacciono, dai luoghi che non ci fanno bene, e trovare il benessere giusto per “fiorire”. La Primavera genera vibrazioni potenti e l’organo che più ne risentirà di questo periodo dell’anno sarà proprio il fegato fortemente ricettivo al cambiamento richiesto da millenni di storia nell’ evoluzione umana. Perciò sarà utile assumere bevande all’aloe, gemmoderivato di tarassaco e di betulla. È proprio dal fegato che possiamo rinnovare le nostre energie corporee ma dobbiamo dare modo a questo organo di liberarsi e pulirsi. L’aloe in questo è essenziale ed anche aiuta l’intestino ad essere più sano ed i reni ad espellere le tossine. La betulla è invece un drenante, può aiutarci ad eliminare l’acqua rimasta intrappolata nei tessuti e sgonfiarsi rendendo il corpo più leggero e le gambe meno pesanti. Il tarassaco agisce come un aiutante, depura anche la pelle, favorisce la digestione e aiuta il transito urinario. Ma non è indicato per chi soffre di colecisti e malattie renali, altamente sconsigliato per chi assume farmaci anti coagulazione. In tutto questo periodo il magnesio non deve mancare mai, favorisce l’equilibrio idrosalino, preserva da spasmi addominali e dolori muscolari ma soprattutto aumenta l’energia cellulare. Meglio se assunto tramite una sana alimentazione (si trova i broccoli, bietole, noci , mandorle, aringa , merluzzo, cereali antichi e integrali e nei semi di zucca e girasole). Qualora non fosse possibile assumerlo in quantità giusta dai cibi ci sono validi integratori per esempio il Magnesio Supremo ha un’ottima biodisponibilità seguito dal magnesio pidolato. A colazione o in mattinata sarebbe bene prepararci una tazza di thè verde oppure di thè rooibos (the rosso dal gusto fruttato, privo di caffeina, è antiossidante e protegge la circolazione cardiaca, antivirale, protegge l’organismo da malanni stagionali)

Questo è anche il periodo giusto per camminate nella natura, per respirare e rilassarci guardando queste stupende giornate che si allungano, magari facendoci avvolgere dai primi raggi tiepidi che sono un toccasana per la salute.
Maria Antonietta Leo, Operatrice olistica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here