Politica: Tutto cambia perché nulla cambi!

0
402
sostegno donna

Prosegue l’analisi del periodo pre elezioni amministrative da parte del Comitato per la Legalità e l’anticorruzione OdV. 


Come richiesto da numerosi cittadini stanchi del solito politichese, un mix di interessi personali ed atteggiamenti dispostici, stiamo analizzando ogni lista a sostegno dei 9 candidati alla carica di Primo Cittadino nei comuni di Allumiere, Cerveteri e Ladispoli.
Il nostro è un atteggiamento scevro da tornaconti e basato sulla lealtà alla democrazia, calpestata e non posta in cima invece alle priorità di una consulta elettorale.

La prima garanzia che viene meno consiste nel ricambio, strumento principale di una società democratica che necessita di visioni e programmi aperti a tutti nell’interesse del bene comune. Il cittadino si trova oggi a dover scegliere tra candidati, alcuni dei quali, uscenti, che suscitano imbarazzo data la loro condotta politica ed amministrativa, ed è sotto questo punto di vista che si baserà la nostra analisi.
Sui comuni di Cerveteri e Ladispoli la nostra analisi, suffragata anche dalla corposa documentazione d’inchiesta di alcune nostre segnalazioni giunte a buon fine, sarà comune, visto il sostanziale scambio di posti che andranno a garantire però i medesimi interessi.

A far da spartiacque, e potrebbe anche uscire stavolta come il vero vincitore, sarà il non voto. L’astensionismo si è sempre contraddistinto negli ultimi 15 anni come il candidato dal numero più alto di preferenze, sia al primo che al secondo turno, nelle nostre elezioni amministrative. Il non voto rappresenta quello che non gioca più e si porta via anche il pallone, ma non si accorge che la partita l’ha già persa a tavolino. Forse non ci sono state vere novità politiche che hanno riappassionato i cittadini alla politica.
Vediamolo nel dettaglio:
Elezioni amministrative 2012
Cerveteri non votanti al 1 turno il 36% (tale percentuale è vincitrice su tutti i candidati!) – ma sale sorprendentemente, addirittura ad oltre il 50% nel secondo turno. Aumenta dunque di ben il 14% il partito del non voto.

A Ladispoli l’astensionismo è leggermente minore, nonostante anche qui vi sia un trend in aumento tra primo e secondo turno.I cittadini di Allumiere invece, hanno desiderio di partecipare alla vita politica e lo dimostrano con la partecipazione massiccia al voto che raggiunge l’85% nel 2012.

Elezioni amministrative 2017
Cerveteri : astensionismo 1 turno è pari al 40% – al secondo sale al  55%

Ladispoli: astensionismo 1 turno è pari al 44%  – al secondo sale al  56%

Anche per il 2017 i cittadini di Allumiere hanno desiderio di partecipare alla vita politica e lo dimostrano con la partecipazione massiccia al voto che raggiunge l’85% nel 2012.

Questa breve analisi vuole portare un messaggio. Lo spirito democratico che ha animato la fondazione della nostra Costituzione è poco sentito oggi sia dalle generazioni mature che da quelle giovani.

Questa nostra nuova missiva vuole sortire due effetti.

Il primo è portare un maggior numero di persone a votare, soprattutto tra i giovani, che però non devono adagiarsi sulla scelta del candidato a loro più vicino per età, tantomeno all’amico di famiglia, ma valutare anche gli altri, apprezzandone l’esperienza e la competenza sia politica che della macchina organizzativa comunale. Comprendendo che se certe questioni non cambiano, non si riscontra un vero rinnovamento, è proprio nella difficoltà delle norme – la cosiddetta burocrazia – che non è solo lunga ma anche complessa. 

Il secondo effetto che vorremmo ottenere è una diminuzione del menefreghismo, estremamente comune e diffuso, purtroppo. Passateci il termine nudo e crudo, ma  chiamiamo così proprio quel modo di fare e pensare che porta un cittadino a dire, il mio candidato non è andato al ballottaggio, cosa vado a votare a fare al secondo turno !!? Questo è l’atteggiamento più aberrante perché il candidato che supera il ballottaggio potrà non piacere – non entriamo nel merito – ma diventerà anche il Sindaco di coloro che non lo hanno votato, preferito, né ostacolato però.

La lamentela è uno degli sport preferiti degli italiani, così come il pettegolezzo, alle elezioni ci vuole maturità, chiediamo a tutti gli aventi diritto di crescere anche sotto il punto di vista politico.

Grazie a tutti 

Francesca Toto

Coordinatrice del Comitato per la Legalità e l’anticorruzione