POLITICA, IL NODO ETRUSCO

0
641
nodo etrusco

Avvincente il confronto cerveterano dove ogni scenario è ancora possibile.

Gli elettori torneranno a votare il prossimo 26 giugno. E, come era del resto prevedibile, il forcing su Anna Lisa Belardinelli è già iniziato. Già dopo pochi secondi dalla conferma del ballottaggio, Moscherini, alla guida del centrodestra, aveva lanciato parole lusinghiere per l’avvocato scesa in campo con 5 liste civiche ma con un passato in Fratelli d’Italia.
«Ci possono essere delle correzioni necessarie – ammicca – per comporre la squadra e governare Cerveteri nei prossimi 5 anni. Anna Lisa potrà contare su noi, e in particolare su me, l’ho molto apprezzata nei confronti pubblici, ho capito il livello della sua intelligenza e delle capacità. Mi auguro di averla nello squadrone».
Con oltre il 28%, 4.301 elettori, Belardinelli può decidere le sorti della tornata amministrativa. Si è tolta però subito qualche sassolino dalle scarpe. «Qualcuno, sia qui che a Roma – critica – dovrebbe iniziare ad assumersi le proprie responsabilità e, soprattutto, dovrebbe spiegare agli elettori il perché delle proprie scelte che da 20 anni spaccano il centrodestra a Cerveteri». Difficile comunque un apparentamento e Gubetti tifa per il non accordo ufficiale. «Mi sono complimentata con lei – conferma – è stato un ottimo risultato per un esponente civico soprattutto dopo l’imposizione dall’alto dei partiti che hanno ripiegato su Moscherini. Non credo si apparenterà. Noi siamo soddisfatti del nostro risultato e sono molto fiduciosa in vista del ballottaggio».