“Pierini stia tranquillo e vada al mare”

0
87

 “Forse ad Emanuele Pierini servono dei tutorial per sapere dove e come un diversamente abile può parcheggiare gratuitamente a Ladispoli, ma stia pur tranquillo che sia i cittadini che i turisti sanno perfettamente quali sono gli stalli dove è consentita la sosta gratuita h24 per i disabili”.

Torna a replicare così l’assessore alla Sicurezza, Polizia locale, Mobilità e Trasporti Amelia Mollica Graziano, all’esponente del Pd Emanuele Pierini sui parcheggi blu disponibili, gratuitamente, per i diversamente abili in città.

“Evidentemente – prosegue l’assessore – a distanza di un anno continua a bruciare la sconfitta politica. Tra l’altro non ricordo che Emanuele Pierini abbia mai ricoperto alcun ruolo anche nella precedente amministrazione, forse perché privo di capacità politics. Là dove infatti non è specificato che ai diversamente abili è consentita la sosta gratuita per un massimo di due ore, come normativa prevede, possono parcheggiare all’interno degli stalli blu senza pagare per tutto l’arco della giornata. Normativa o non normativa, comunque sia – sottolinea ancora l’assessore – è il Comune a decidere quali veicoli sono o meno esonerati dal pagamento del parcheggio. E a Ladispoli, come detto in precedenza, il disabile può parcheggiare gratuitamente, esponendo il tagliando, negli stalli blu, con le eccezioni ovviamente indicate nel comunicato precedente. Pierini stia comunque tranquillo perché l’amministrazione è già a lavoro da diverso tempo, ma evidentemente non conosce nemmeno i tempi burocratici che la pubblica amministrazione è costretta a rispettare, per applicare sotto ai cartelli già esistenti un’appendice che chiarisca una volta per tutte anche a coloro i quali sono ignari di questo esonero, come lui, che in quegli stalli il parcheggio per i diversamente abili è gratuito”.

 

“Per quanto riguarda poi il mio ruolo ricoperto all’interno della precedente amministrazione negli ultimi due anni, come sottolineato da Pierini  – prosegue ancora l’assessore – c’è da dire che forse il suo schieramento aveva scelto me, anche se appartenente al versante politico opposto, perché all’interno del partito non aveva trovato nessun altro. Comprendo che siamo ad agosto e che faccia caldo, ma suggerisco a Pierini di pensare alle Europee e non a Ladispoli, una città a cui non servono sterili polemiche basate sul nulla, ma fatti utili a dare risposte concrete alle esigenze dei cittadini. Azioni che l’amministrazione Grando, sin dal giorno del suo insediamento, sta portando avanti risolvendo i diversi problemi e questioni lasciate in sospeso dalla precedente amministrazione. Se Pierini anziché lanciare sterili polemiche vuole invece dare un concreto contributo al miglioramento della città, fornendo qualche spunto positivo sono disponibile a incontrarlo di persona quando vuole. Concludo avvisandolo che da qui in poi non risponderò ad altri sterili attacchi perché sono abituata a compiere fatti e a lavorare concretamente per la città e non a replicare a commenti poco utili ed edificanti. Pierini stia sereno, vada al mare”.