Piano delle opere pubbliche varato ad Anguillara

0
969
Con deliberazione di giunta n° 153 del 17 ottobre 2017 è stato adottato il programma triennale 2018/2020 ed elenco annuale 2018 delle opere pubbliche di Anguillara.

Tale piano è frutto di un lavoro programmatico molto accurato, che prevede azioni serie e concrete da mettere in campo per affrontare le molteplici criticità del nostro territorio in vari campi.

Continua il nostro impegno per le scuole del territorio, iniziato con l’accatastamento di tutti gli edifici scolastici, alcuni dei quali risultavano persino costruiti su terreni agricoli o addirittura su terreni di proprietà privata. Dopo la sostituzione degli infissi, della pavimentazione e la messa in sicurezza dell’ingresso di Scalo infanzia, per l’anno 2018 è prevista la prosecuzione degli interventi sulla parte rimanente del plesso, ossia le elementari, per un importo pari a 190 mila euro. Tale intervento sarà volto a creare un ingresso sicuro per i piccoli “cittadini” e con una completa riqualificazione del giardino, con la creazione di un’area verde fruibile ed annesse strutture sportive all’aperto. Inoltre, come già comunicato, il Comune ha ottenuto l’autorizzazione ad usufruire del finanziamento agevolato Fondo Kyoto (provv. MATTMN n. 429), e si stanno quindi predisponendo tutti gli atti consequenziali al fine di stipulare il mutuo ed ultimare i lavori entro la fine del 2018. Infine, si proseguirà con l’iter già avviato per la verifica della vulnerabilità sismica e i relativi interventi che si renderanno necessari per l’adeguamento degli edifici, obbligo per l’Ente scaduto già nel 2013 ed al quale stiamo cercando di porre rimedio attraverso una dettagliata programmazione.
Altro intervento importante riguarderà l’illuminazione pubblica, che attraverso selezione pubblica vedrà affidato il servizio di ristrutturazione, manutenzione ed efficientamento energetico degli impianti per un totale di 1.500.000,00 di euro. Questa operazione permetterà, oltre che fornire un servizio migliorato, anche di risparmiare sui costi della manutenzione che attualmente si aggirano intorno ai 50 mila euro l’anno che, sommati al risparmio ottenuto con l’efficientamento energetico dei plessi scolastici (stimato in circa 100 mila euro l’anno) saranno interamente investiti in manutenzione stradale.
Oltre ai risparmi, la manutenzione sarà comunque garantita in quanto è nostra intenzione assumere un mutuo per un importo complessivo di circa 1.050.000,00 euro che verrà poi valutato con maggior precisione prima dell’approvazione del bilancio di previsione 2018/2020. Con i proventi derivanti dal danno ambientale, stimati in circa 100.000,00 euro l’anno, si finanzierà il recupero funzionale e strutturale di Via Reginaldo Belloni.
Massima priorità anche per le zone periferiche, dove continua il nostro sforzo con interventi diffusi su tutto il territorio. A Ponton dell’Elce, con uno stanziamento di 450.000,00 euro finanziato tramite un contributo di Città Metropolitana, si effettueranno interventi di riqualificazione urbana e sicurezza; ad Albucceto/Ponton dell’Elce, con uno stanziamento di fondi Comunali di complessivi 150.000,00 euro, si lavorerà per la realizzazione di una nuova rete fognante; a Colle Sabazio si procederà alla realizzazione di un’area da adibire a servizi ricreativi (intervento finanziato con contributo Regionale GAL, per un importo complessivo di 107.195,99 euro) ed infine a Vigna di Valle si procederà con la riqualificazione ed illuminazione delle strade per un importo complessivo di 296.747,12 euro, sempre finanziato da contributo Regionale GAL.
Grande attenzione anche per il Parco Regionale di Bracciano e Martignano, dove sono previsti interventi che vanno dal recupero ambientale, con la creazione di sentieri turistici e punti di sosta, alla riqualificazione delle strade bianche e relative segnaletiche, il tutto per un importo totale di 400.000,00 euro. Nell’ottica di un lavoro che contempli anche la parte turistica, si prevede di realizzare interventi mirati al recupero funzionale del Torrione Medievale.
Infine, in previsione anche l’ampliamento del cimitero comunale con annesso parcheggio per un importo complessivo di intervento pari a 1.431.000,00 euro.
I Piani Triennali delle Opere Pubbliche che siamo (e siete) stati abituati a vedere fino ad oggi erano sostanzialmente una lunghissima lista di interventi che gli stessi che la predisponevano erano consapevoli del fatto che il 90% di quanto riportato non si sarebbe mai potuto realizzare.
Al contrario del “libro dei sogni” sopra descritto il Piano Triennale delle Opere Pubbliche appena adottato in Giunta è ora uno strumento fatto ad immagine e somiglianza dell’amministrazione in quanto tutti gli interventi indicati hanno un iter già avviato poiché già individuata la fonte di finanziamento.
Finalmente uno strumento che i cittadini possono consultare avendo la certezza che gli interventi in esso contenuti saranno effettivamente realizzati, nei tempi programmati.