PALESTRE SOLO AI LAUREATI IN SCIENZE MOTORIE

0
8145
riforma dello sport

Introduzione della norma dell’istruttore qualificato. Manager dello sport e kinesiologo sportivo. 

L’importante risultato è stato raggiunto grazie al lavoro del presidente del CISM, Daniele Iacò con il supporto del Ministro dello Sport, Spadafora. Le richieste dei professionisti laureati in scienze motorie sono state accolte, per aprire e gestire una palestra o centro sportivo è obbligatoria la presenza di un direttore tecnico laureato in scienze motorie. “Un punto di partenza – per molti professionisti  – che in questi anni si sono confrontati con ‘colleghi’ senza qualifica, trovandolo ingiusto”. Soddisfazione espressa sul gruppo Fb “Palestre solo ai laureati” in linea con il pensiero del ministro Spadafora, con la norma inserita tutela e rafforza il settore. Non solo, una seconda norma introduce e ufficializza  figure professionali quali manager dello sport e chinesiologo sportivo: “i corsi di attività motoria offerti all’interno delle palestre e centri sportivi, devono essere svolti sempre con il coordinamento di un istruttore qualificato, dove per istruttore qualificato – sottolinea il ministro – parliamo di persona che deve possedere il diploma in educazione fisica o la laurea in scienze motorie”. La dichiarazione video del Ministro dello Sport è datata 26 novembre 2020.
Il Testo Unico per la Riforma dello Sport, suddiviso poi in sei decreti dei quali ben cinque sono stati approvati in Consiglio dei Ministri, rappresenta indubbiamente una rivoluzione per il mondo dello sport con l’introduzione di novità molto importanti. Un istruttore senza diploma ISEF o senza Laurea in Scienze Motorie non potrà più svolgere la professione?
Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 191 la Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato, ed il Presidente della Repubblica promulgato, la Legge 8 agosto 2019, n. 86, recante le Deleghe al Governo e altre disposizioni in materia di ordinamento sportivo, di professioni sportive nonché di semplificazione. Entrata in vigore del decreto, prevista per il 1° settembre 2021.
Testo della Riforma

Gazzetta-Ufficiale