E ora non diteci più che il derby di Roma è pericoloso…

0
2585

Ci sarebbe da ridere se la faccenda non fosse molto seria.

Parliamo della semifinale di Coppa Italia Lazio – Roma in programma il primo marzo allo stadio Olimpico. Un derby che vede in palio l’accesso alla finalissima e la possibilità di vincere un trofeo comunque prestigioso. Ebbene, la Lega Calcio ha annunciato che Lazio-Roma di mercoledì primo marzo si giocherà alle 20.45 con diretta tv su Rai Uno, come previsto dal contratto televisivo. E di sera si giocherà anche la gara di ritorno. Cosa c’è di strano direte voi. C’è molto di strano perchè il derby di Roma si tornerà a giocare in notturna dopo quattro anni. L’ultimo derby notturno fra le due squadre romane risale infatti all’8 aprile 2013, quella sera avvennero incidenti che provocarono la decisione di non far disputare più queste partite in orario serale. Si disse infatti che, per motivi di ordine pubblico, era meglio giocare la stracittadina sempre di giorno per consentire alle forze dell’ordine di controllare la zona dello stadio ed evitare che le due tifoserie venissero a contatto. Una scelta che apparve giusta e che non fu mai cambiata nemmeno il 26 maggio del 2013 quando Lazio e Roma si affrontarono nella finalissima di Coppa Italia. Che fu vinta dalla Lazio con un goal di Lulic a venti minuti dalla fine.

Ci domandiamo allora cosa sia accaduto per cambiare idea e giocare di notte una gara che è ad alto rischio visto che le due tifoserie non si amano, che la posta in palio è alta e che soprattutto c’è il serio rischio di infiltrazioni di teppisti pronti a scatenarsi con la scusa del derby.

In realtà è una domanda retorica. Sappiamo che ha prevalso l’obbligo di giocare di sera per motivi televisivi, in barba alle belle parole pronunciate per 4 anni sulla scarsa sicurezza delle gare in notturna.

Che dire? L’Italia è un paese sempre meno serio, si immola la sicurezza dei tifosi sull’altare dei diritti televisivi ed amen.

Speriamo con tutto il cuore che non accada nulla, che le forze dell’ordine controllino tutta la zona e che sia solo una festa di sport.

In malaugurato caso contrario, beh qualcuno dovrebbe dare spiegazioni convincenti. E rassegnare le dimissioni.

Un fatto è certo: non veniteci più a raccontare che il derby è pericoloso visto che si può giocare di notte.