Oggi, forse, la composizione dei Gironi di Serie D. Nessuno faccia trabocchetti al Ladispoli

0
98

A poche ore, forse, dalla composizione dei Gironi della Serie D, il Comune di Ladispoli è tornato ad alzare la voce temendo trabocchetti all’Unione Sportiva.

Molto eloquenti ancora una volta le  parole sono del consigliere comunale delegato ai rapporti con le società di calcio, Giovanni Ardita, dopo le indiscrezioni di stampa che vorrebbero il Ladispoli estromesso dal Girone delle squadre laziali e sarde per essere catapultato nel raggruppamento con toscane ed umbre. Uno spostamento contro cui si è già ufficialmente espressa l’Unione sportiva Ladispoli con una lettera ufficiale ai vertici della Lega Nazionale Dilettanti.

“L’amministrazione comunale seguirà con molta attenzione le decisioni della Lega Nazionale Dilettanti in merito alla composizione dei Gironi per il Campionato di Serie D che inizierà il primo settembre. Terremo gli occhi bene aperti per evitare che l’Unione sportiva Ladispoli sia vittima di giochi di palazzo ed inserimenti in raggruppamenti strani.

Il consigliere comunale Giovanni Ardita

L’amministrazione è al fianco del club del presidente Paris – prosegue Ardita- che ha ricordato come sarebbe illogico e causa di pesanti disagi anche economici per il Ladispoli non essere confermato nel Girone G come lo scorso campionato. Per un club dilettantistico infatti un conto sono le trasferte nella capitale e nel Lazio, un altro sarebbero gli spostamenti a centinaia di km in giro per il Centro nord della penisola. Costi che si andrebbero ad aggiungere alle onerose trasferte in Sardegna.  Se alcuni club toscani hanno altre velleità, non coinvolgano la squadra della nostra città.

L’amministrazione comunale chiede ufficialmente alla Lega Nazionale Dilettanti di confermare l’Us Ladispoli nel Girone con club del Lazio e della Sardegna, fermo restando che sarebbe un onore per tutte le società poter anche affrontare una blasonata come il Palermo qualora fossero veritiere le notizie circa l’inserimento dei rosanero nel raggruppamento G. Sia chiaro – conclude Ardita- che, come fu nel caso delle interrogazioni parlamentari  al ministro dello sport dopo la sequela di arbitraggi ai danni del Ladispoli dello scorso campionato, siamo pronti a contrastare in ogni sede, compresa quella istituzionale, una eventuale estromissione del club rossoblu dal Girone che gli compete”.