“Offriamo a Gino Ciogli la candidatura a sindaco di Ladispoli”

0
2112

La notizia è di quelle che fanno rumore.

E che rischiano seriamente di sparigliare le carte elettorali di Ladispoli a pochi mesi dal voto per la scelta del nuovo sindaco. A gettare una bomba sul tavolo politico è stato il Comitato Consumatori di Ladispoli che ha ufficializzato la proposta di offrire la candidatura a sindaco a Gino Ciogli. Personaggio di vasta esperienza politica, apprezzato in modo trasversale dall’elettorato di Sinistra e di Destra, sindaco per dieci anni di Ladispoli alla guida di quelle che sono unanimemente considerate le amministrazioni comunali migliori degli ultimi 40 anni.

Fa sul serio il coordinatore del Comitato Consumatori, Angelo Bernabei, noto per essere il responsabile del Codacons per il litorale.

“Annunciamo in modo ufficiale – afferma Bernabei – che la nostra associazioni è disponibile a presentare una lista civica alle elezioni comunali della prossima primavera, proponendo Gino Ciogli come candidato a sindaco. Non scopriamo nulla di nuovo nell’affermare che Ciogli è stato il miglior sindaco nella storia di Ladispoli, ancora oggi viene fermato dai cittadini per strada e reputato un amministratore affidabile e serio. La nostra scelta, oltre che per lo spessore politico, etico ed umano di Gino Ciogli, nasce da un’altra semplice considerazione. A Ladispoli lo scenario politico è variegato e complesso, la Destra ed il Movimento 5 stelle da tempo hanno indicato i loro candidati a sindaco, mentre un inquietante silenzio arriva dallo schieramento progressista alleato con una vasta ala di moderati che non amano i salti nel buio. Attendevamo con interesse l’esito dell’assemblea del Partito democratico ma, come ha sottolineato tutta la stampa, si è rivelata un nulla di fatto. Una sorta di vorrei ma non posso che danneggia tutta la cittadinanza che nelle urne ha il diritto di poter scegliere tra proposte credibili ed alternative. Davanti all’inerzia di un Pd che sembra non aver compreso il momento storico e politico che attraversa Ladispoli, è ora che la società civile scenda in campo con le idee chiare. Gino Ciogli, personaggio che oltrepassa gli steccati politici, è la soluzione migliore per dare voce ai tanti moderati che guardano con interesse allo schieramento progressista, ma non vogliono forzature e nomi calati dall’alto”.

Come pensate sarà accolta questa proposta che rischia di essere il detonatore del Centro sinistra?

“Sinceramente – esclama Bernabei – non intendiamo inseguire più nessuno. Se Gino Ciogli, come ci auguriamo, accetterà ufficialmente la nostra proposta, il Comitato Consumatori inizierà la campagna elettorale che sarà porta a porta. Ovviamente accetteremo con entusiasmo tutte le convergenze programmatiche con le realtà progressiste, moderate e soprattutto civiche di Ladispoli. Quello che il Partito democratico non ha capito, o finge di non capire, è che la gente è stufa delle sigle e della politica. La gente di Ladispoli vuole risposte serie e credibili su temi come le strade dissestate, la scarsa pulizia, la sicurezza e la vivibilità della città. Gino Ciogli per dieci anni ha dimostrato come si amministra in modo serio e proficuo, cambiando radicalmente il volto di Ladispoli tanto da essere confermato sindaco con percentuali clamorose. Noi siamo pronti, abbiamo il candidato a sindaco migliore in assoluto, ora Pd e tutti gli altri hanno la possibilità di scegliere se andare al suicidio politico, oppure sostenere una proposta che otterrebbe consensi trasversali”.

Parole forti e pesanti davanti alle quali nessuno può più nascondersi dietro congressi, assemblee e primarie. In primis il Pd di Ladispoli.