Obesità e sovrappeso in MCT

0
222

Il 28 aprile a Ladispoli un seminario sull’eccesso di peso dal punto di vista della medicina cinese

Che cos’è il sovrappeso? Perché ingrassiamo? Dal punto di vista energetico quale messaggio ci sta inviando il nostro organismo?

Quali consigli e rimedi offre la medicina cinese per riequilibrare la propria energia in caso di sovrappeso?

Tutti sappiamo che il sovrappeso rappresenta una forma di “accumulo” nel nostro organismo.

Secondo la medicina cinese, questo accumulo, anche se appare sempre come un qualcosa che è in più (“eccesso”), può dipendere, in realtà, anche da qualcosa che è in meno (“deficit”).

Deficit ed eccesso sono i due fronti su cui dobbiamo indagare in presenza di sovrappeso e i quadri energetici che possiamo trovare sono diversi.

Facciamo due esempi con due sindromi piuttosto diffuse in medicina cinese il“deficit di Yang di Rene e Milza”eil “Calore di Stomaco”.

Nel primo caso (“deficit di Yang Rene e Milza”) siamo di fronte ad un deficit, con associati senso di stanchezza e sonnolenza, sensibilità al freddo, scarso appetito, urine frequenti e chiare.  In questo caso il sovrappeso segnala che l’organismo è parzialmente incapace di trasformare e/o assimilare in modo efficace il nutrimento assunto con l’alimentazione.

Nel secondo caso (“Calore di Stomaco”) siamo di fronte ad un eccesso, con associati forte appetito e preferenza per cibi abbondanti e grassi. Questa alimentazione affatica Milza che non riuscirà a trasformare e ad assimilare e condurrà facilmente ad un accumulo di sostanze patogene. La persona tenderà a soffrire il caldo, suderà facilmente, avrà sensazione di pienezza addominale e spesso stipsi (determinata dal calore che asciuga i liquidi organici).

A seconda della disarmonia (deficit o eccesso) e degli organi energetici interessati (Zang fu), la medicina cinese suggerisce di stimolare la nostra energia (Qi) nella tonificazione dei deficit e nella dispersione degli eccessi. Questo possiamo farlo, per esempio, attraverso la digitopressione su determinati punti energetici utilizzati dall’agopuntura e dal tuina (agopunti) e attraverso alcuni accorgimenti di alimentazione energetica.

Contenuti del seminario

– differenziazione dei quadri energetici di disarmonia in presenza di sovrappeso nell’ottica energetica cinese

– indicazione dei punti energetici più utili da stimolare in relazione ai principali quadri di disarmonia (teoria e pratica)

– considerazioni generali di alimentazione energetica per il riequilibrio secondo la medicina cinese

La medicina cinese non è una pratica sanitaria e considera i disturbi esclusivamente da un punto di vista energetico per favorire il riequilibrio dell’organismo e il benessere generale della persona a 360 gradi.

Docente

Laura Vanni operatore tuina-medicina cinesecon diverse specializzazioni. Istruttore diqi gongetaijiquanstile Yang presso laHungSingMartialArts Kung fu Academy. Ha scritto diversilibri divulgativi sui temi della medicina cinese, della meditazione e del qi gong.

Sede

Ladispoli, presso sede

dell’Associazione HungSingMartialArtsore 9,30-12,30

Informazioni e iscrizioni:

lauravannimedicinacinese@gmail.com

oppure tel. 338.8601503