NASCE A FIRENZE IL TANTO ATTESO MUSEO ZEFFIRELLI

0
2414
PRESSPHOTO Florence, the Maestro Franco Zeffirelli visiting the palace where the tribunal of Florence, says that they will be the headquarters of his Foundation. Foto, Umberto Visintini/New Press Photo

LA GIOIA DEL GRANDE REGISTA PER QUESTO SUO DESIDERIO FINALMENTE  REALIZZATOdi Arnaldo Gioacchini

A febbraio prossimo, esattamente il giorno 12, il grande regista Franco Zeffirelli compirà 94 anni e riceverà da Firenze sua città natale, che ha nel cuore come nessun altra, il più bel regalo che desiderava da tantissimi anni: Uno splendido museo polivalente a lui dedicato e, soprattutto, allestito con le cose meravigliose in suo possesso messe insieme in 70 anni di straordinaria carriera nell’ambito dello spettacolo, prima come scenografo e poi come formidabile regista di teatro e di cinema. La sede, i cui lavori di allestimento sono in corso di completamento (le visite potranno iniziare già a giugno), è in un gran bel palazzo antico (fino a pochi anni fa sede del tribunale di Firenze) sito nel cuore del centro storico del capoluogo toscano in piazza San Firenze vicinissimo a piazza della Signoria ed alla Galleria degli Uffizi. L’edificio, di proprietà comunale, è stato concesso in uso in fitto, con un contratto di 29 anni, alla Fondazione onlus di cui Franco Zeffirelli è presidente e Pippo Zeffirelli (che è uno dei suoi due figli adottivi) vice presidente, mentre Gianni Letta è presidente onorario. Le spese per la realizzazione di esso e per la gestione del primo anno oltre al ripristino dei begli ambienti (molti dei quali affrescati) assommano a tre milioni di euro e saranno a carico dello stesso regista anche se poi in suo aiuto sono giunti dei finanziamenti di un magnate russo e di un finanziere canado-americano oltre ad altri minori di patrocinatori privati. Il polivalente Museo Zeffirelli avrà a disposizione dei grandi spazi ( 3.600 metri quadrati c.a. distribuiti su ben due piani) che conterranno oltre ai diecimila volumi della sua biblioteca, anche i costumi, il suo archivio, le foto, le lettere che il regista fiorentino si è scambiato con altri grandi personaggi sia dello spettacolo che non, ed i bozzetti concernenti 100 opere liriche, 31 di prosa e 18 film diretti dal Maestro il quale, a suo tempo, fu allievo di Luchino Visconti. La dizione esatta di questo luogo di grande cultura è: “Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo Franco Zeffirelli” ed in esso si svolgeranno sia attività divulgative che di perfezionamento (a cui parteciperanno stelle di prim’ordine dello spettacolo – già si parla ad es. di Placido Domingo)  rivolte a registi, attori, sceneggiatori, scenografi e costumisti già formati e prossimi a debuttare. Nel grande salone, sito al piano terra, si terranno anche concerti da camera e tematiche proiezioni filmiche del grande teatro e delle opere liriche pure con pellicole dedicate a quest’ultime, i cosidetti film-opera. Immensa la gioia e la soddisfazione del grande regista, famoso in tutto il pianeta, che fra l’altro ha dichiarato: “Voglio che il mio nome sia usato per incoraggiare i giovani” ed ancora, rivolgendo il pensiero ai prossimi visitatori (sicuramente molto numerosi e da tutto il mondo considerando l’internazionalità di Firenze e di Zeffirelli): “Saranno accolti in un ambiente che rievoca l’atmosfera in cui nasce e si costruisce uno spettacolo”. Tanti sinceri auguri Maestro per il suo prossimo compleanno e per il bellissimo regalo che fa alla Cultura con la c maiuscola.