MUSEI CAPITOLINI: DAL JAZZ AL ROCK

0
109
Musei Capitolini
Musei Capitolini: dal jazz al rock

Ai Capitolini nuovo appuntamento, sabato 9 novembre è ancora Weekend della Mic, dal jazz al rock. 

Dopo il successo della prima apertura serale dei Musei Capitolini di sabato 2 novembre è in arrivo un nuovo fine settimana ricco di eventi musicali all’interno dei Musei Civici della città. Protagonista assoluto sarà ancora il complesso museale di Piazza del Campidoglio con la nuova apertura serale di sabato 9 novembre 2019, realizzata in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma, nell’ambito della manifestazione I WEEKEND DELLA MIC.

In maniera totalmente gratuita con la MIC Card o pagando un biglietto del costo di un euro, i visitatori potranno scoprire le collezioni permanenti del museo e le opere delle sue mostre temporanee nella fascia oraria compresa tra le 20:00 alle 23:00. Circondati dalle bellezze di Palazzo dei Conservatori, del Palazzo Nuovo e della Pinacoteca Capitolina ci sarà l’opportunità di assistere all’evento d’eccellenza Ellington e Mingus: un treno per Woodstock, con i musicisti dell’Orchestra Giovanile di Jazz della Scuola di Musica di Testaccio diretti da Mario Raja che daranno vita, nell’arco dell’intera serata, a un vero e proprio viaggio nella storia musicale.

Durante l’evento sarà possibile partecipare alle visite guidate gratuite alla mostra Luca Signorelli e Roma. Oblio e riscoperte per gruppi di 25 persone (numero massimo),fino a esaurimento dei posti disponibili. L’appuntamento sarà direttamente all’ingresso della mostra e si potrà scegliere tra le seguenti fasce orarie: 20.30, 21.00, 21.30, 22.00, 22.30, 23.00.

Ma il fine settimana musicale non si limiterà all’evento serale nei Musei Capitolini. A completare il ricco programma saranno anche le note della grande musica classica, di nuovo protagonista nei concerti gratuiti a cura della Roma Tre Orchestra. Si comincerà sabato 9 novembre al Museo Napoleonico con Intorno all’ultimo Beethoven, parte prima in cui il pianista Andrea Baggioli eseguirà i componimenti del maestro tedesco Sonata n. 28 in la maggiore op. 101 e le Variazioni su un tema di Diabelli op. 120.

Domenica 10 novembre invece, sarà la volta del pianista YeygeniGalanov che, al Museo Carlo Bilotti, eseguirà il concerto Un pianoforte tra l’Italia e la Russia. In programma i brani Nudo di N. Campogrande, Antiche arie e danze di O. Respighi, Suite dal balletto “Romeo e Giulietta” di S. Prokofiev e Y. Galanov, Sonata n. 2 in si bemolle minore op. 36 di S. Rachmaninov.