“M’Illumino di meno”, Cerveteri: luci spente al Granarone

0
585
cerveteri

Il Comune di Cerveteri aderisce all’iniziativa promossa dal programma.

Oggi, venerdì 26 marzo, il Palazzo del Granarone, luogo simbolo delle Istituzioni del Comune di Cerveteri, spegne le luci per una sera. Il Comune di Cerveteri aderisce all’iniziativa di sensibilizzazione sul tema del risparmio energetico e sugli stili di vita sostenibili proposta dal programma di Radio2 Caterpillar “M’Illumino di meno”.

Un’iniziativa fortemente simbolica che vuole suscitare attenzione sull’importanza di un modo di vivere ecologico e sostenibile, dalla mobilità, all’abitare, dall’alimentazione all’economia circolare.“Stasera spegneremo la facciata del Granarone per dimostrare come ogni piccolo gesto quotidiano abbia un peso non indifferente sull’ambiente – ha detto il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci –ovviamente, può aderire chiunque all’iniziativa, spegnendo una luce che solitamente rimane accesa. Un piccolo gesto ma di grande impatto, che potrà darci una maggiore consapevolezza su quanto, con un minimo di attenzione, possiamo fare per il nostro pianeta”.

Nel 2005 Caterpillar, programma di Rai Radio 2, lancia M’illumino di meno, una campagna simbolica finalizzata alla sensibilizzazione al risparmio energetico giunta oggi alla 17ª edizione. Prende il nome dai celebri versi di Mattina di Giuseppe Ungaretti (“M’illumino / d’immenso”), ed è organizzata intorno al 16 febbraio, giorno in cui ricorre l’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto. La giornata di M’illumino di meno prevede una puntata speciale di Caterpillar in cui si raccontano le adesioni più illustri e particolari.

Questa giornata è preceduta da una campagna radiofonica di circa quattro settimane durante le quali il programma racconta le migliaia di adesioni di scuole, comuni, associazioni e singoli cittadini. La campagna invita a ridurre al minimo il consumo energetico, spegnendo il maggior numero di dispositivi elettrici non indispensabili, creando un momento di simbolico silenzio energetico. La manifestazione, benché di breve durata, ha ottenuto un riscontro effettivo in termini di risparmio energetico. Secondo quanto riportato da Terna, la società responsabile della trasmissione di energia elettrica in Italia, nei minuti successivi l’avvio dell’iniziativa si è verificato un sensibile calo dei consumi.