Marina di San Nicola, un’oasi felice

0
204

di Elena Botti

Sulla costiera laziale, a pochi Km da Roma, nel Comune di Ladispoli, si trova Marina di San Nicola, oasi felice e graziosa località marina.

Il mare la domina e l’accompagna nella quotidianità della vita, con il suo profumo di salsedine, con lo sciabordio delle onde che anche di notte cullano il nostro sonno, con il richiamo dei gabbiani, (“Padre mare, sappiamo già come ti chiami, tutti i gabbiani diffondono il tuo nome sulle spiagge…” da Ode al mare di Pablo Neruda), con i pescatori che raccolgono doni preziosi che il nostro “Padre” ci riserva.

Il centro, che accoglie attualmente 1800 residenti, nasce negli anni ’50 per poi espandersi successivamente con costruzioni di case, ville e strutture ricettive.

A partire dagli anni ’60 è gestito da un Consorzio che rende particolarmente vivace la cittadina anche d’inverno con interventi continui di manutenzione, che vanno dal giardinaggio, ai parcheggi, all’ottima gestione della raccolta differenziata, alla segnaletica e all’illuminazione stradale.

Luogo di vacanze, d’estate si riempie di persone che trovano un ambiente accogliente e ben tenuto. Infatti in tutto si nota la massima cura: la spiaggia pulita, piste per pedoni e ciclisti, gran movimento sportivo di atletica leggera, strade in ottimo stato, presenza di ambulanza 24 ore su 24, servizio di sicurezza sempre attivo di giorno e di notte, parchi e giochi per bambini etc.

La vita che vi si conduce è anti-stress; il risveglio è accompagnato da suoni naturali come il cinguettio degli uccelli; il profumo delle piante e dei fiori, soprattutto in primavera, che insieme alla produzione di iodio e magnesio, favoriscono una terapia antidepressiva; le lunghe passeggiate nel bosco, che unisce Marina di San Nicola a Palo Laziale oasi del WWF, sono defaticanti e ossigenanti; la sabbia nera ricca di ferro, di origine vulcanica, permette di curare artrosi, malattie muscolari e articolari attraverso sabbiature, già note anticamente.

La realtà quotidiana è diversa dai luoghi intensamente abitati e caotici; qui si respira tranquillità, spensieratezza, cooperazione, insomma tutto a misura d’uomo: niente file, niente clacson impazziti, niente rumori assordanti  etc.

Suggestive immagini notturne ci offre il cielo con cascate di stelle e luce lunare fantastica che si specchia nel mare, accanto agli infuocati tramonti e alle albe suggestive.

E le onde? Il mare ipnotizza e porta via con sé lo stress, la fatica, i pensieri e libera la mente, generando uno sfrenato entusiasmo che invita a giocare con l’acqua, come se fossimo circondati e rassicurati da un caldo e accogliente abbraccio materno.