L’Ottobrata Ceretana: alla scoperta dell’antica Caere

0
147

Nei giorni passati, parecchie persone, attente ed interessate hanno partecipato all’Ottobrata Ceretana, un evento organizzato dal Lions Club Cerveteri Ladispoli, con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Cerveteri, nella persona dell’assessore Dott.ssa Federica Battafarano. Erano presenti all’evento oltre i soci del Lions Club Cerveteri Ladispoli anche, il Presidente Franca Asciutto e Paolo Emilio Mariani, a cui si deve l’organizzazione dell’evento.

hdr

E’ stata una passeggiata lungo i vicoli del vecchio borgo di Cerveteri, per far conoscere i luoghi caratteristici che appartengono al patrimonio della cultura Ceretana. Ad ogni postazione il Maestro d’arte e restauratore Ennio Tirabbassi, ci ha raccontato la storia e le curiosità dei diversi siti che abbiamo visto e a seguire, il socio del Lions Club l’attore Massimo Sbordoni ha narrato dei brani dell’insigne Trilussa e del sommo Gabriele Dannunzio molto apprezzate dai presenti.

La passeggiata ha avuto inizio a P.zza S. Maria, con in saluto di benvenuto da parte del Vice Sindaco di Cerveteri Federica Battafarano. La conversazione è iniziata con la descrizione del Palazzo Ruspoli, costruito sui resti delle mura medievali, inglobando una più antica torre difensiva. Affianco al palazzo è stata ammirata la Chiesa di Santa Maria Maggiore principale chiesa del centro storico che fu costruita su di un preesistente edificio antico, scoperto mentre si eseguivano i lavori di restauro, infatti i primi documenti risalgono al 1192.

hdr

In seguito il Maestro Tirabbassi ci ha descritto il Museo, che ospita le opere più importanti della civiltà Etrusca uno fra tutti il famoso vaso di Eufronio. Si è proseguita la passeggiata a P.zza Risorgimento con il Palazzo Comunale e l’antica fontana del Mascherone. La visita è continuata con il passaggio sotto l’antro dell’Arco Oscuro e a seguire l’antico forno a legna, ora della famiglia Piergentili.

 

Ci si è poi soffermati al basso della chiesa di S. Antoni con una accurata descrizione, purtroppo chiusa per restauro, l’edificio risale al secolo XI, all’interno sono custoditi affreschi trecenteschi e quattrocenteschi attribuiti al pittore Lorenzo da Viterbo e datati al 1472. L’interessante passeggiata è terminata sul belvedere di Cerveteri, dove si è potuto ammirare il suo magnifico panorama variopinto di colori dell’azzurro cielo e del mare, in contrasto con il verde delle campagne ceretane, fino ad osservare il porto di Pirgy.

Grande è stato l’interesse ai luoghi e le spiegazioni storico/artistiche e numerose sono state le domande dei visitatori che, hanno molto apprezzato l’accostamento tra storia e poesia.

L’evento si è concretato con la promessa, sia del Presidente del Lions Club e anche dall’Assessore alla Cultura, che l’evento sarà ripetuto ed ampliato, sicuramente con una visita alla Necropoli della Banditaccia, nel prossimo futuro.

 

L’Ottobrata Ceretana si è conclusa con una conviviale organizzata al Ristorante Jolly con lo scopo di fare una raccolta fondi, da parte dei Lions, destinata alle famiglie disagiate.

Il prossimo appuntamento è fissato per il 2023.

Massimo Sbordoni