L’OPINIONE DEI 5 STELLE SU PUNTA DI PALO

0
368
cemento

“Basta cemento a Ladispoli, ma solo durante la campagna elettorale. Il solito voltafaccia dell’Amministrazione Grando a proposito delle nuove cementificazioni sulla città”.

Riceviamo e pubblichiamo l’opinione di Movimento Cinque Stelle Ladispoli.

Si è passati da un “basta cemento a Ladispoli”, urlato ai quattro venti in campagna elettorale al “Ritengo che questa (ndr della cementificazione di Punta di Palo) sia una grande vittoria per il Comune di Ladispoli”; tra le due affermazioni ci passa un mare, un mare di coerenza ed onestà intellettuale, in cui la coscienza del sindaco e dei suoi politici sembra essere annegata da un pezzo.

Purtroppo, ancora una volta, Ladispoli è in mano ai poteri forti dei palazzinari, che prima con la giunta Paliotta – Pierini – Trani ed ora con la Giunta Grando continuano a vomitare cemento sulla città.

La scorsa estate la Giunta del Sindaco Grando ha varato una Variante al Piano Regolatore Generale che è una fotocopia di quella del centro sinistra che inondava di cemento la città. Variante fatta passare come una operazione per “ridurre il carico insediativo sulla città”, mal celando invece che oltre ai già 43mila abitanti residenti ne arriveranno altre migliaia, che dovranno spartirsi la poca acqua, le strade strette ed inadeguate, i servizi insufficienti già per la popolazione esistente.

Ora si rilancia in modo rocambolesco la speculazione edilizia di Punta di Palo, dove si avvalla e si applaude alla costruzione di 30.000 metri cubi di nuovo insediamento. 

Ladispoli non può morire soffocata nel cemento, la nostra visione di città a misura d’uomo è ben altra, e continueremo a combattere perché finalmente a Ladispoli ci sia un’amministrazione adeguata ed in grado di fare scelte per la gente e non per il portafoglio di qualcuno.