L’incubo sta per finire tra via Agyllina e via Mura Castellane

0
973

A breve sarà riaperto al traffico il tratto che costeggia i giardini pubblici dove era stato scoperto un crollo sotterraneo

Sta per finire l’incubo caos al traffico nel centro di Cerveteri. Entro pochissimo tempo sarà riaperto alla circolazione il tratto  che costeggia i giardini del Parco delle Rimembranze tra via Agyllina e via Mura Castellane. A causare la chiusura per motivi di sicurezza era stata la scoperta da parte dell’Enel di una profonda voragine che avrebbe potuto provocare il cedimento del selciato con conseguenze tragiche in un punto ad altissima densità di traffico veicolare. Essendo franata una zona interessata dal passaggio della conduttura idrica, i lavori sono stati effettuati da Acea ma si sono rivelati particolarmente complicati per il rischio che cedesse tutta la strada. La conseguenza è stata che la circolazione nel cuore di Cerveteri ha subito dei forti rallentamenti, per uscire dal centro si può percorrere solo viale Manzoni, mentre per salire verso piazza Aldo Moro l’unica arteria disponibile è via Settevene Palo nel proseguimento con via Ceretana. Ci sono momenti della giornata in cui il traffico si paralizza, ma dal palazzetto comunale assicurano che mancano ormai poche ore alla risoluzione dell’annoso problema viario.

“I lavori sono stati necessari – afferma il vice sindaco, Giuseppe Zito – per  realizzare un nuovo tratto della condotta che attraverserà via Goldoni al fine di scongiurare pericoli futuri per l’incolumità pubblica. Siamo ormai all’epilogo per la chiusura del cantiere e la riapertura al traffico”.

La speranza è che, oltre alla strada dei giardini pubblici, presto anche altre arterie di Cerveteri possano essere interessate dai lavori di rifacimento del selciato. Ci sono vie ormai impraticabili per le buche e le voragini, dove pedoni ed automobilisti ogni giorno rischiano grosso.