LE VERITÀ NASCOSTE: DISTRETTO SOCIO SANITARIO CERVETERI – LADISPOLI

0
1243
cooperativa sociale

«Dalle indagini della Guardia di Finanza: affidati in formula diretta circa 260.000 euro per l’AEC alla cooperativa sociale Casa Comune 2000»

Il leader dell’opposizione Anna Lisa Belardinelli, avvocato, persona attenta ai bisogni dei cittadini ma prima di tutto alla Legalità, ha dichiarato che le responsabilità sui servizi erogati nel distretto sanitario F2 Cerveteri-Ladispoli, inerenti ritardi e mancate assegnazioni fondi sono del Primo Cittadino del comune capofila, Cerveteri.

cooperativa socialeCome Comitato per la Legalità e anticorruzione ODV, ci sentiamo di condividere tali affermazioni, in quanto, il vero perno della faccenda tutta è proprio la Legalità. Il rispetto delle regole che sempre è stato surclassato dagli ex dirigenti tutti, ora finalmente trova la tutela che gli spetta grazie alla serietà del Dott. Antonio Lavorato, che ha le competenze per evitare i danni erariali derivanti dalle molteplici assegnazioni passate (sono oltre 50) bollate come “in violazioni delle leggi sugli appalti” dalla Guardia di Finanza di Civitavecchia.

Il Sindaco Pascucci, ma soprattutto l’assessore Cennerilli hanno senz’altro la responsabilità politica sia dei ritardi ma anche delle eventuali mancate assegnazioni fondi, esattamente come tre e quattro anni fa, la scena si sta ripetendo: allora erano oggetto i fondi dell’assistenza culturale educativa. Le famiglie degli utenti lo rammentano senz’altro. I fondi – cari signori! – sono soldi pubblici, non sono strumenti finanziari in mano alle solite quattro cooperative sociali che da anni hanno monopolizzato questo mercato, fornendo talvolta servizi scadenti come riferitoci da alcuni utenti. I soldi pubblici dovrebbero essere assegnati nel rispetto delle procedure, procedure che richiedono i corretti adempimenti, passaggi e valutazioni oggettive.
Bisogna però chiarire che il settore sociale è sotto numero. Sarebbe bastata una persona esperta di bandi e procedure in più al settore sociale e tali ritardi non si sarebbero mai verificati. Diciamolo pure, meglio sollazzarsi che fare il bene comune per Pascucci!
L’accusa che in maniera netta ci sentiamo di muovere al Primo Cittadino, Ing. Alessio Pascucci, ed alla sua vice, Signora Francesca Cennerilli, è quella di ripetuta e grave negligenza per aver tenuto sotto numero di personale un settore così importante, anche se non è l’unico nel comune. E, per aver fatto finta di non sapere di indagini penali, condotte dall’eccellente Guardia di Finanza, che più volte ha “visitato” gli uffici del Comune, inerenti alla MALAGESTIO delle assegnazioni tutte (proprio tutte!) del settore sociale del Distretto F2, ma anche del solo Comune di Cerveteri.

Per darvi un’idea: venivano affidati in formula diretta circa 260.000 euro per l’AEC alla cooperativa sociale Casa Comune 2000 – legale rappresentante Luigi Valà; altri 84.000 euro alla cooperativa sociale Solidarietà ed altri affidi in cui comparivano sempre le stesse cooperative sociali, ove pur essendoci commissioni per la valutazione delle offerte, la maggioranza dei membri però erano composte da ben tre soggetti (1 responsabile amministrativa e ben 2 assistenti sociali) che rispettivamente avevano la figlia che lavorava in coop Solidarietà, un precedente rapporto di lavoro come dipendente con Cassiavass ex Avass, e un precedente rapporto di lavoro come dipendente con Casa Comune 2000.
Un aiutino sulle gare? Non lo possiamo affermare con certezza tuttavia la presenza di tali importanti conflitti di interesse non sono garanzie di imparzialità e trasparenza in quanto ben due di tali conflitti di interesse, sono stati scoperti dalle nostre indagini. Ecco perché il nostro comitato ha richiesto il cambio totale dei soggetti nelle commissioni di gara, anche se ci sarebbe da approfondire la posizione di altri tre che potrebbe portare a nuovi sviluppi nelle inchieste in corso.
Il vento sta cambiando, lo si comprende dalle risposte politiche ai fatti emersi. Le cause, ci adattiamo al linguaggio del Primo Cittadino, convergono verso chi amministra con il mestolo casalingo bisogni di persone in difficoltà.

Comitato per la Legalità e anticorruzione OVD
Tel. 3314792953
email: legalitaanticorruzione@gmail.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here