Ecco le carte che dimostrano come lo scudetto 1915 appartenga alla Lazio

0
1097

Visto che da più parti, ispirate probabilmente da qualcuno che teme di vedere la Lazio festeggiare il sacrosanto scudetto che le fu scippato nel 1915 con la scusa della grande guerra e con l’assegnazione postuma al Genoa, si continuano a propalare inesattezze, proviamo a spiegare la realtà dei fatti.

Il campionato di calcio 1914/15 aveva un regolamento ben preciso. Per accedere alla Finalissima Nazionale bisognava aver concluso e vinto il proprio girone interregionale. I gironi erano tre: Nord, Sud e Centro. L’unica squadra ad aver concluso uno dei tre gironi fu esclusivamente la Lazio, che si aggiudico’ quello Centrale. Il giornale sportivo dell’epoca chiamato L’Italia Sportiva scrisse che quel girone era concluso e vinto dalla Lazio.

Questo non avvenne per il Girone Nord e Girone Sud ai quali mancavano da giocare l’ultima e decisiva giornata. Parlando di crediti maturati, solo la Lazio era piu’ avanti di tutti il giorno della sospensione del campionato, con l’entrata in guerra dell’Italia: il 23 maggio 1915. Per cui alla Lazio spettava non l’ex aequo ma interamente lo scudetto. L’avvocato Stagliano che continua a parlare di scudetto illegittimo, la Roma e tutti coloro che si stanno frapponendo ad una decisione di giustizia, beh possono stare tranquilli, la storia non si cambia.

Come non si cambia il fatto che, mentre la Lazio si giocava lo scudetto nel 1915, altre società nemmeno erano nate. Arrivarono molti anni dopo tra fusioni ed assemblaggi voluti dal regime fascista.