LAZIO: LUNGOMARE ‘NO’ LUNGOMURO

0
153
mare

Petizione popolare “Liberiamo il Nostro Mare”. L’abitudine tutta italiana di considerare proprietà privata un bene collettivo.

 

Martedì 3 dicembre 2019 alle ore 11:30, presso la sala del Carroccio in Campidoglio, Conferenza stampa di presentazione della petizione popolare “Liberiamo il Nostro Mare”, una occasione di confronto utile per fare il punto su quanto sta avvenendo sul litorale. Organizzato dal Comitato Mare X tutti. Una realtà nata con l’obiettivo di unire tutti coloro che nel territorio laziale intendono lottare per liberare il Mare di Roma e restituirlo ai cittadini.

Liberare il mare e le spiagge da chi pensa siano una specie di proprietà privata che si tramanda per via ereditaria, è una battaglia molto sentita dai cittadini. Lo dimostrano le 1000 firme raccolte in pochi giorni a sostegno della petizione popolare centrata su:

  • applicazione dell’Ordinanza Balneare
  • stop alle proroghe automatiche delle concessioni
  • discussione pubblica sul PUA (piano utilizzo arenili)

Comitato Mare per Tutti.

Un tema, quello della libera fruizione nelle spiagge, sentito in tutta Italia, non solo nel Lazio. Lo dimostra Coordinamento Nazionale per il Mare Libero che, sulla pagina Facebook condivide un manifesto che illustra il pensiero di molti cittadini. Attivi sul tema nei rispettivi contesti locali, hanno dato  vita ad un soggetto associativo unitario, che possa con maggiore forza portare all’attenzione della cittadinanza e delle istituzioni la battaglia per liberare il Mare e le sue spiagge.

Da troppo tempo la costa, che dovrebbe essere la porta più bella del nostro Paese, il suo contatto aperto col mondo, costituisce invece la sua barricata. Il lungomare è pressoché ovunque diventato un lungomuro, fisico o ideale; un muro lungo chilometri, che imprigiona il mare e le spiagge, li sottrae al territorio, ai cittadini, e li consegna agli interessi e allo sfruttamento di pochi.
Il Coordinamento vuole costituire una rete che si estenda per tutti i 7.500 Km della costa italiana, il confine di Stato più lungo del nostro meraviglioso Paese, il nostro affaccio sul mondo; una rete che voglia restituire il Mare e le spiagge alla collettività.