L’attestazione dei treni serali a Capranica

0
303
attestazione treni capranica

Fl3: l’Osservatorio Regionale Trasporti chiede l’attestazione dei treni serali a Capranica.

Proposte per il miglioramento del servizio lungo la fl3 Roma-Capranica-Viterbo sono state inoltrate dall’’Osservatorio Regionale dei Trasporti all’Assessore ai Trasporti Regione Lazio, al Direttore divisione Passeggeri regionale TRENITALIA Lazio, al Presidente Commissione Trasporti Regione Lazio.
Si chiede in particolare l’attestazione dei treni presso la stazione di Capranica, una misura utile per limitare l’affollamento dei convogli nelle ore di punta del mattino e di anticipare l’orario per l’arrivo a Roma rispetto ai tempi attuali. Le proposte dell’osservatorio regionale Trasporti raccolgono le istanze dei cittadini, concordate con i Sindaci dei Comuni interessati, vengono avanzate da comitati e associazioni quali: Tuscia in Treno, AICS Comitato provinciale Viterbo, Comitato per la riapertura della Ferrovia Civitavecchia Capranica-Sutri Orte, Comitato pendolari FL3 lago di Bracciano.
Questa la nota inviata.

“Egregi,
In questa fase di Emergenza Covid-19, ritenendo necessaria l’offerta di maggiori posti e di treni disponibili sulla tratta FL3 Roma-Capranica-Viterbo, nell’ottica di potenziamento dell’offerta ferroviaria, vi sottoponiamo le seguenti proposte:
– attestamento a Capranica-Sutri dei treni seraliI che attualmente effettuano servizio viaggiatori fino e da Bracciano, come avveniva fino agli anni ’90.
Questo intervento consente di aumentare l’offerta di posti disponibili per gli utenti delle stazioni di Manziana/Canale Monterano, Oriolo Romano, Bassano Romano e Capranica-Sutri, contribuendo a diminuire l’affollamento dei treni.
Questo tipo di intervento, ovvero il prolungamento delle tracce serali da/per Bracciano fino Capranica-Sutri e ricovero notturno, consente di inserire ulteriori treni in prima mattinata per Roma.
– ricovero notturno a Capranica-Sutri dei treni Taf, Vivalto e Rock utilizzati per le tracce prolungate da Bracciano evitando il rientro VUOTO del materiale rotabile al deposito di Roma e la ripartenza da quest’ ultimo in prima mattinata del giorno seguente. Questa soluzione è possibile poiché a Capranica-Sutri vi sono 7 binari disponibili idonei per il ricovero.
Ricordiamo che il primo treno attuale della FL3 arriva a Roma Ostiense poco prima delle ore 07.00. La FL3 è l’unica ferrovia regionale a non avere treni in arrivo a Roma tra le ore 06.00 e le ore 06.30”.

Graziarosa Villani