Ladispoli:”Il futuro della passeggiata è in un bando, ma Sindaco e maggioranza fanno finta di non saperlo”

0
871
passeggiata

La Regione Lazio lo scorso gennaio ha pubblicato un bando aperto esclusivamente ai comuni della fascia costiera, finalizzato alla riqualificazione delle strutture comunali di interesse turistico.

Riceviamo e pubblichiamo.

Il Paese che Vorrei:”Con questo bando, volutamente ignorato dal nostro Comune, possono essere realizzati interventi di ristrutturazione e riqualificazione con un finanziamento a fondo perduto che va dai 500.000 euro fino a un massimo di 3 milioni di euro per ciascun comune.

Tra gli obiettivi del bando citiamo:

  • “Lo sviluppo di infrastrutture di qualità, affidabili e sostenibili, volte al miglioramento dei contesti ambientali costieri”;

  • “Salvaguardare e migliorare la qualità dei centri abitati costieri con operazioni indirizzate alla valorizzazione degli spazi collettivi”;

  • “Innalzamento del livello della qualità della vita dei residenti, dell’accessibilità e fruibilità dei luoghi e dell’attrattività turistica”;

  • “Recupero delle aree prospicienti la costa, valorizzando l’attrattività dei luoghi in conformità con i principi di tutela ambientale del paesaggio”;

  • “Migliorare l’accessibilità e la fruibilità degli arenili alle persone diversamente abili”;

  • “Potenziamento di strutture connesse all’uso balneare, che pongano particolare attenzione ai bisogni dei più vulnerabili, … ovvero la realizzazione della “spiaggia per tutti”.

Si, la “spiaggia per tutti”! È questa definizione che risulta indigesta a chi invece di perseguire l’interesse della comunità, tenta di sottrarre ai cittadini i loro beni comuni per consegnarli nelle mani del prediletto imprenditore di turno, nella consapevolezza del danno economico che ricadrebbe, ancora una volta dopo il dissesto, sulle spalle dei cittadini.

Infatti, questa azione di ingiustizia sociale sacrifica le entrate derivanti dalla gestione della spiaggia e dei servizi connessi, così decisive per il futuro della nostra economia locale.

Il bando è stato pubblicato il 10 gennaio scorso e contestualmente presentato ai sindaci dei comuni costieri del Lazio. Era presente anche il Sindaco di Santa Marinella che invece di perseguire quest’opportunità, si è dedicato esclusivamente al tentativo di consegnare al privato la spiaggia per i prossimi 20 anni arrivando a pubblicare, in piena crisi Covid-19, la relativa manifestazione di interesse.

Chiediamo una decisa inversione di marcia.

Il bando scadrà il giorno 8 ottobre 2020. C’è tutto il tempo per istruire un progetto condiviso per la riqualificazione della passeggiata e delle strutture che ci appartengono.

Chiediamo al Sindaco, agli assessori e ai consiglieri di maggioranza di abbandonare la logica della speculazione e, nell’interesse dei loro concittadini, fare ogni sforzo possibile per concorrere al bando e far assegnare al nostro comune il finanziamento necessario.

Facciamo un appello a tutte le forze sane del nostro comune perché facciano sentire la propria voce. Oggi più che mai ci troviamo in un momento strategico in cui è necessario tutelare i nostri beni comuni, per migliorare la nostra offerta turistica, determinare il futuro del nostro ambiente, rilanciare la nostra economia e promuovere la qualità delle nostre vite”.

Il Paese che vorrei