Ladispoli, sulle spiagge libere volontari e accessi filtrati

0
4002

Da domani scatta ufficialmente la stagione. Mentre i balneari sono alle prese con mille regole da seguire il Comune annuncia controlli sulle spiagge libere. 

Domani tutti al mare all’insegna della distanza. Già pubblicato e assimilato il provvedimento di Palazzo Falcone che prevede un metro almeno tra persone, un metro e mezzo se con il lettino o telo da mare. Lo spazio tra un ombrellone e l’altro sarà invece di quattro metri (ridotta all’incirca a 3 negli stabilimenti). L’ordinanza è stata firmata dal sindaco, Alessandro Grando. Decine e decine saranno i volontari impiegati sulle tante spiagge libere di Ladispoli tra Marina San Nicola e Torre Flavia collegati con radio trasmittenti per filtrare vacanzieri e residenti. Ladispoli potrà contare anche su dieci agenti della polizia locale in più, i cosiddetti stagionali, e sulla Croce Rossa in caso di emergenza. In dotazione anche un quod e con l’ausilio di un gommone si stabiliranno pattugliamenti in mare. Chiarite le norme a cui dovranno adeguarsi i balneari. Gli stabilimenti dovranno essere aperti al pubblico dalle 9 alle 19. I concessionari – riporta – provvederanno alla pulizia dell’arenile anche per 5 metri a destra e a sinistra dei limiti delle aree non affidate a terzi. Sempre i gestori hanno l’obbligo di posizionare un gran numero di contenitori per smaltire i rifiuti in modo differenziato. Tiene banco il rincaro dei prezzi. “Mediamente – dice Ugo Boratto, presidente di Assobalneari Ladispoli – l’aumento non è più del 20 per cento a fronte però di un mancato incasso stimato in un 40%. La categoria è stata fortemente penalizzata rinunciando a decine e decine di ombrelloni per stabilimento visto che tra una fila e l’altra la distanza sarà di quattro metri, ridotta invece a 2,80 tra palo e palo”.

L’ordinanza. “Prendendo atto dell’Ordinanza Balneare della Regione Lazio – si legge nell’atto – il Comune di Ladispoli ritiene che le spiagge libere costituiscano un bene primario da tutelare ed un valore aggiunto per la città e per mantenere l’uso pubblico intende procedere alla predisposizione di un’apposita attività destinata alla monitoraggio e controllo degli arenili pubblici, finalizzata alla fruizione degli stessi.

Controllo e monitoraggio saranno effettuati sugli arenili liberi, attraverso un’azione sinergica tra pubblico, privato e volontariato, finalizzata alla informazione, organizzazione e presidio, nonché alla predisposizione di uno specifico centro di coordinamento con la polizia locale e con le altre forze dell’ordine”.

Sugli arenili liberi verrà posizionata un’apposita cartellonistica multilingua con la quale si informerà sui comportamenti da tenere obbligatoriamente nonché sulle sanzioni previste per il mancato rispetto. Da domani e fino al 20 settembre saranno realizzati dei punti di accoglienza nei quali gli operatori messi a disposizione nelle varie organizzazioni provvederanno ad informare gli avventori sulle regole da tenere e controlleranno che venga rispettato il distanziamento sociale stabilito.

Inoltre verrà verificato il rispetto delle distanze tra le attrezzature balneari e i turisti saranno orientati su altre aree in caso di sovraffollamento. Saranno inoltre posizionati appositi percorsi al fine di favorire quanto più possibile la fruizione degli arenili nel rispetto delle normative sul distanziamento sociale.

Il progetto ‘Estate al Sicuro’ sarà supervisionato dal Centro Operativo di Comando Comunale il C.O.C. attivato con ordinanza numero 36, e presieduto dal Sindaco. Il presente progetto trova finanziamento sui fondi stanziati dalla Regione di 242mila euro.