Ladispoli, segnali stradali arrugginiti o inesistenti: un labirinto per gli automobilisti

0
412

I segnali stradali sono arrugginiti o scoloriti, tanti sono persino spariti dopo essere crollati. A Ladispoli tra usura e incidenti numerosi paletti risultano scomparsi.

L’elenco delle vie è lunghissimo, e diversi sono in bilico e potrebbero anche cadere con il maltempo in centro e anche nelle aree periferiche persino a ridosso di incroci pericolosi. Per gli automobilisti è un labirinto vero e proprio, soprattutto per quelli che vengono da altre città e conoscono meno il territorio. I cartelli della direzione obbligatoria sono scoloriti o inesistenti, i segnali di dar precedenza piegati su se stessi e nascosti dietro cespugli così come quelli relativi allo stop. All’ingresso della frazione agricola dei Monteroni e ad Olmetto di notte l’incrocio non è in sicurezza: la cartellonistica è deficitaria. Identico problema per i conducenti di auto e moto che percorrono il centro urbano.

Sono in bilico numerosi paletti che potrebbero anche cadere con le prossime giornate di maltempo mentre le indicazioni delle vie restano un miraggio al Cerreto e al Campo Sportivo. «Qui in via Lussemburgo – commenta Emiliano, residente – in estate due auto si erano scontrate in un incidente abbattendo il cartello. In via Lubiana è ancora adagiato sul marciapiede dopo essere finito nel mirino di un gruppo di vandali».

E a macchia di leopardo un po’ in tutta Ladispoli le strade si presentano con le strisce pedonali sbiadite mettendo in difficoltà soprattutto mamme col passeggino e disabili. Per questo motivo nei mesi scorsi i cittadini, muniti di bombolette a spray, avevano dato vita ad un piano fai-da-te per risolvere il problema, immagini diventate subito virali. Su questo fronte però Palazzo Falcone ha fatto sapere di aver stanziato un fondo superiore ai 10mila euro per riverniciare scritte mancanti e strisce zebrate. E molti tratti saranno sistemati quando partiranno i cantieri antibuche.