LADISPOLI, RIFIUTI IN SPIAGGIA DATI ALLE FIAMME: INDAGINE DELLA MUNICIPALE

0
396

Nessuno raccoglie canne e plastica sull’arenile e allora c’è chi brucia tutto. Un falò è stato appiccato ieri in via Regina Elena. Le telecamere potrebbero aver individuato il piromane. 

Ha fatto scalpore ieri l’immagine di quel cumulo di rifiuti a fuoco sulle spiagge centrali di Ladispoli. Un falò, naturalmente non autorizzato, è stato appiccato in pieno giorno in via Regina Elena. Ignoti hanno dato alle fiamme canne, tronchi e plastica, in pratica tutti i detriti che si erano accumulati in questo periodo per via delle mareggiate. Una coltre di fumo si è alzata e l’odore acre ha fatto uscire in strada i commercianti della zona. Dal mese di novembre più o meno la sporcizia è accatastata in parecchi punti della costa. Plastica, bottiglie di vetro, materiale arrugginito e le immancabili canne dei fossi trascinate a riva. Specialmente nel week end i turisti sono costretti a slalom tra i rifiuti. Nessun raccoglie i rifiuti sugli arenili e allora c’è chi li brucia. La Polizia municipale ha reso noto di aver avviato un’indagine per individuare il responsabile anche con l’aiuto delle telecamere comunali.