Ladispoli, psicosi coronavirus a scuola, falso allarme

0
518
psicosi

Una insegnante ha chiamato il numero specializzato dell’Unità di crisi per un bimbo che respirava affannosamente ma alla fine aveva la febbre. Tutto rientrato nella norma.

Psicosi da coronavirus in una scuola di Ladispoli. Questa mattina una insegnante dell’istituto comprensivo in questione ha digitato il numero 1500 per allertare i medici specialisti dell’Unità di crisi. A quanto pare un bimbo, di origini asiatiche, si era sentito male in classe, con affanni nella respirazione e dopo la segnalazione è arrivata sul posto un’ambulanza di biocontenimento e i sanitari addetti a questo tipo di interventi in giorni molto difficili comunque sul territorio nazionale. Allarme per fortuna rientrato visto che l’alunno aveva solamente un po’ di febbre. Il tutto è successo a ridosso dell’ora d’uscita da scuola dei bambini, con i genitori in attesa davanti ai cancelli della struttura. I dottori hanno lasciato l’edificio e il piccolo è tornato a casa con mamma e papà. Psicosi da coronavirus insomma.