Ladispoli, Pascucci: Festa della Mamma fra i cittadini

0
121

Coalizione #UnNuovoInizio: “Insieme rifondiamo la città”

Domenica 8 maggio, giorno della Festa della Mamma, trascorsa interamente in mezzo alle persone per il candidato sindaco Alessio Pascucci e la coalizione #UnNuovoInizio.

L’agenda fitta di appuntamenti e il maltempo non hanno impedito una massiccia partecipazione a tutti e tre gli eventi in programma. La giornata aperta alle 11.00 in via Flavia 23 con l’inaugurazione del comitato elettorale e  proseguita alle 17.00 con un incontro pubblico in Piazza Marescotti, si è conclusa a mezzanotte al Morrigan Pub che ha ospitato la prima puntata di “Una birra col sindaco”, un’iniziativa dal format innovativo cui hanno partecipato molti giovani elettori, ma anche famiglie con bambini al seguito, che hanno scambiato col candidato sindaco Alessio Pascucci idee sul futuro inframezzate da canzoni suonate dallo stesso candidato e intonate dai presenti a comporre un bel momento di condivisione e relax.

Il candidato sindaco, nel corso dei tre incontri, ha poi affrontato molti temi che toccano sul vivo le famiglie di Ladispoli come la realizzazione e restituzione alla città di impianti sportivi e spazi verdi pubblici e di libero accesso, l’importanza di avere scuole a norma nonché di sanare quelle situazioni di ineguaglianza di fatto che ancora colpiscono molti studenti di Ladispoli.

“In questa città abbiamo un meraviglioso istituto, l’Alberghiero, un’eccellenza del nostro territorio dove studiano tanti ragazzi che investono sul proprio futuro – ha premesso Pascucci. Questa bellissima scuola non ha una palestra, quindi a quei ragazzi non viene riconosciuto un diritto, quello all’attività sportiva, che invece gli studenti di altre scuole hanno. Era possibile presentare una sola proposta progettuale per accedere ai fondi del PNRR su questo settore e come consigliere della Città Metropolitana ho fatto predisporre il progetto per realizzare finalmente la palestra dell’alberghiero e dare a quei giovani un diritto che gli è stato tolto. Spazi come le palestre scolastiche non sono fondamentali solo per i nostri figli, ma rappresentano anche per noi genitori luoghi dove possiamo portarli e rilassarci sapendo che sono al sicuro”.

Nelle parole di Pascucci non sono mancati passaggi che hanno messo a confronto due visioni della città diverse: “Negli stessi anni in cui noi prendevamo cose gestite dal privato e le trasformavamo in spazi pubblici, come il parco di Caerelandia e il lungomare di Campo di Mare, qui i giardini di viale Europa e il campetto di via Firenze venivano privatizzati. Perché? Semplice, abbiamo due visioni della città diverse”.

“È inaccettabile che l’Auditorium, fiore all’occhiello della Regione Lazio – ha rincarato Pascucci – sia stato privatizzato. Come è inaccettabile che su un posto che nasce come mensa ci si scriva sopra teatro stravolgendone la natura e impattando sia sui diritti dei bambini sia su quelli di chi fa attività culturali”.

Pascucci ha inoltre raccontato della charity dinner organizzata dalla fondazione benefica dell’AS Roma per raccogliere fondi destinati al progetto Liberamente – spiaggia pubblica attrezzata e accessibile a tutte le persone con diversa abilità motoria, gratuitamente creata dal Comune di Cerveteri nell’estate 2021 – che ha annunciato di voler replicare a Ladispoli.

Ancora una volta poi, focus dedicato a diritti, eguaglianza ed inclusione, argomenti sui quali Pascucci ha mostrato un approccio completamente opposto rispetto all’amministrazione uscente: “Estendere il riconoscimento dei diritti a nuove categorie di esclusi non diminuisce quelli degli altri. Andremo in quei minimarket etnici che a un certo punto qualcuno voleva chiudere – ha detto agli elettori riuniti sotto i portici di Piazza Marescotti per ripararsi dalla pioggia- anche se chi ci lavora non può votarci, perché vogliamo essere anche i loro sindaci e i loro consiglieri”.

Non poteva mancare, infine, a pochi passi dalla “Piazza Non Piazza”, un riferimento a Roberto Rossellini e così alla Ladispoli del cinema, alla necessità di #UnNuovoInizio che unisca cultura, rilancio del turismo e sviluppo economico.