LADISPOLI: L’EDUCAZIONE ALIMENTARE SI IMPARA A SCUOLA

0
529

Dopo il successo dello scorso anno, il progetto replica e si arricchisce degli incontri di Educazione Ambientale

L’anno scorso in diverse Scuole di Ladispoli si sono svolte lezioni di “Educazione Alimentare”, materia colpevolmente assente dai programmi scolastici. A grande richiesta sono riprese anche quest’anno, con l’aggiunta di incontri di “Educazione Ambientale”.

Alimentazione e Ambiente evidentemente rappresentano due aspetti assolutamente importanti per la nostra salute e quella del pianeta. “Se non possiamo cambiare il presente, proviamo almeno a cambiare il futuro. Ecco perché partire dai giovani è indispensabile” afferma Alfonso Lustrino (Fisioterapista – Educatore alimentare – Amministratore del negozio biologico “Ben di Bio”), fautore dei progetti.

L’aumento costante dell’obesità infantile nei paesi industrializzati rappresenta ormai una situazione di emergenza vera di tipo sanitario e sociale. Dal momento che il comportamento alimentare si sviluppa nell’infanzia, è prioritario agire ed educare il bambino/ragazzo alla corretta alimentazione. In tale contesto, la famiglia e la scuola occupano un ruolo strategico, motivo per il quale sarebbe opportuno rivolgere gli incontri anche a genitori e docenti.

Riguardo all’emergenza ambientale si è tornati prepotentemente e giustamente a parlare di inquinamento, ma purtroppo spesso ci si limita a condannare e criticare le varie pratiche scorrette. Il progetto di Educazione Ambientale mira proprio a far passare le persone dalle parole ai fatti cambiando le abitudini quotidiane e abbandonando ogni alibi.

La risposta dei ragazzi è sorprendente. Le lezioni sono sempre ricche di spunti e partecipazione. Addirittura a livello sperimentale si è svolta una lezione in due classi di prima elementare (bimbi di 6 anni!) con risultati insperati. Anche bambini piccoli se adeguatamente stimolati, possono cominciare a dare importanza a tematiche come la raccolta differenziata, la riduzione dei prodotti usa e getta, la mobilità sostenibile ecc.

Per ora le scuole che hanno aderito ai progetti sono le scuole Corrado Melone, Ladispoli 1, Livatino, Ilaria Alpi, ma anche le scuole di Val Canneto e Granaretto.

Speriamo che questi progetti continuino a svilupparsi per arricchire sempre di più le nostre scuole e i nostri ragazzi di argomenti e tematiche ormai imprescindibili.