Ladispoli, la palestra dell’Ilaria Alpi diventerà un hub per i tamponi di massa

0
464

Circa 600 domani tra bimbi e insegnanti si metteranno in fila per il test. E il Comune chiude la strada in via Varsavia. 

La scuola Ilaria Alpi di Ladispoli si trasformerà domani in un centro per i tamponi. Un hub direttamente all’interno della palestra dove ricevere oltre 600 persone tra bimbi, insegnanti e personale scolastico. L’Asl Rm 4 in sinergia con la dirigenza ha avviato il tracciamento dopo il cluster esploso più di una settimana fa e in più ha anche avviato un’inchiesta interna per capire l’origine del focolaio. Dopo lo screening e se sono negativi gli alunni potranno tornare a scuola, o se mamme e papà decideranno di prolungare la quarantena, solo con il certificato del rispettivo medico o pediatra. Gli appuntamenti sono stati scaglionati in fasce orarie. Le classi prime dalle 9 alle 10, le seconde dalle 10 alle 11 e via via scorrendo fino alle quinte che chiuderanno il ciclo dei tamponi alle 13.30. Nel primo pomeriggio, fino alle 15.30, toccherà ai docenti. L’Ilaria Alpi per un giorno diventerà un centro sanitario (come avviene nella Casa della Salute della via Aurelia o nel gabbiotto della Protezione civile di piazza Rossellini) con percorsi tracciati per arrivare nella palestra. Si accederà dal cancello secondario della struttura di via Varsavia. Intanto per facilitare le operazioni domani, dalle 8.30 alle 15.30, verrà chiusa al transito il tratto di strada di via Varsavia tra via Mosca e via Atene. Un’ordinanza stabilita dal Comune per evitare congestionamento della viabilità a causa delle code per i tamponi