Ladispoli di ferro contro un ottimo Atletico Fregene. E ora la capolista Lanusei

0
139

Un pareggio importante quello del Ladispoli ieri contro l’Atletico Fregene. Un punto conquistato contro una delle squadre più temibili del Girone G della Serie D, a conferma che la cura del mister Carlo Cotroneo continua a funzionare. Un 1-1 difeso con le unghie con i denti nel secondo tempo quando il maggior tasso tecnico degli ospiti ha preso il sopravvento ed il Ladispoli ha dovuto faticare per evitare un’altra sconfitta casalinga. E’ indubbio che il carattere sia stata la medicina più significativa che il nuovo allenatore ha infuso nella squadra, i rossoblu lottano, combattono su ogni pallone, non mollano mai. Un Ladispoli generoso che ha conquistato 5 punti nelle ultime 4 partite e che si prepara all’ultimo match di questo periodo difficile, volando mercoledì in Sardegna sul campo della capolista Lanusei. Poi, finalmente, arriveranno partite più alla portata dei rossoblu, ad iniziare domenica prossima dallo scontro diretto per la salvezza in casa contro il Calcio Flaminia. Sia sempre chiaro, il cammino per evitare i play out è ancora lungo, ogni partita sarà da giocare col coltello tra i denti, ma i rossoblu sembrano avere lo spirito giusto che serve in un torneo difficile come la Serie D. Contro l’Atletico Fregene nel finale si poteva anche perdere, il Ladispoli è rimasto in inferiorità numerica, ma ha lottato su ogni pallone. E se nel primo tempo fossero state concretizzate un paio di azioni da goal clamorose, forse ora staremmo a commentare un altro risultato. Ora massima concentrazione sulla trasferta di Lanusei, appare una missione impossibile, ma nel calcio ogni gara deve essere prima giocata sul campo. A Lanusei solo con la partita perfetta si può tornare indenni. Altrimenti, nulla di irreparabile, domenica 20 gennaio sarà il match che vale molto contro il Calcio Flaminia. Ultima ed importante annotazione, ieri allo stadio Angelo Sale c’erano tantissimi tifosi, il popolo rossoblu sta rispondendo all’appello, il tifo è stato caldissimo. Il Ladispoli in Serie D è un patrimonio di tutta la città, non dimentichiamolo mai.