La società Evergas al comando dell’Asd Cerveteri

0
890

Ugo Ranieri è il nuovo presidente verdeazzurro. Parlano Paolo Lancianese e Fabio Ciampa. Le città cugine insieme per un grande Polo Calcistico a Roma Nord.di Alberto Sava

Il grosso suv mercedes, nero con i vetri oscurati, con a bordo i nuovi patron del calcio cerveterano, è scivolato via da piazza Risorgimento poco dopo le 20.30 di ieri sera.  Pochi minuti prima al Jolly si era concluso il primo incontro dopo che era già filtrata la notizia che l’ASD Città di Cerveteri aveva già una nuova proprietà. Dopo settimane di rumor si è trovata l’intesa definitiva.L’ex patron Mauro Mazzarini ha ceduto la società che andrà nella mani di Evergas e Ciampa. Il ruolo di presidente andrà a Ugo Ranieri, Fabio Ciampa sarà vicepresidente. Nei giorni e nelle ore immediatamente precedenti il cambio di proprietà del Cerveteri calcio il clima non è stato dei migliori intorno alla società verdeazzurra. Per la cessione dell’Asd le trattative hanno subito stop e ripartenze, non per volontà della proprietà uscente quanto per dei chiarimenti che andavano approfonditi sulla convenzione dello stadio Galli. I tifosi in ansia chiedevano di vedere subito nero su bianco, ritenendo rischioso il tergiversare delle istituzioni comunali.La svolta è arrivata lo scorso lunedì,quando è filtrata la notizia del cambio di proprietà per la squadra calcistica di Cerveteri, che ricordiamolo ha un grande passato avendo militato in serie C2. Paolo Lancianese, noto patron del Jolly Bar, da sempre impegnato nel mondo del calcio locale con grande passione, è una figura di vertice dell’Asd Cerveteri dove è responsabile della Scuola Calcio e Settore giovanile. “Desidero ringraziare Mauro Mazzarini – afferma Paolo Lancianese- e tutta la famiglia calcistica verdeazzurra per questi otto anni trascorsi insieme. A Cerveteri quelli che mi conoscono sanno che sono di poche parole e guardo solo ai fatti ed è un fatto di rilievo, mai accaduto prima, che la Scuola Calcio ASD Cerveteri è qualificata nella categoria Elitè a cui hanno avuto accesso solo 70 società calcistiche su ben 1500 nel Lazio.  Formulo i miei migliori auguri di benvenuto alla nuova proprietà e sottolineo che già da tempo esiste una proficua collaborazione tra l’Asd Cerveteri e l’Us. Ladispoli. Per quanto mi riguarda, senza interruzione, continuerò nel mio impegno di responsabile della Scuola Calcio e del Settore Agonistico. Le città cugine di Cerveteri e Ladispoli -conclude Paolo Lancianese- sono due realtà sportive che possono contare su impianti calcistici di primissimo ordine e sono certo che lavoreremo tutti insieme ed al meglio per raggiungere l’obiettivo di un primo grande polo calcistico grande a Roma nord e nuovi ed importanti traguardi per i colori verdeazzurri. “Sonofelicissimo giornata emozionante. Voglio ringraziare il presidente Mauro Mazzarini, gran bella persona, che ama tanto Cerveteri e non solo quella sportiva”. Così Fabio Ciampasubito dopo il passaggio di consegne del Città di Cerveteri. “Ha fatto in undici anni tanti sacrifici, ma anche risultati positivi. Cercheremo di portare da parte nostra l’amore -aggiunge Ciampa – per lo sport, l’amore per i ragazzi, e bambini.  La prima cosa che faremo io e il presidente Ugo Ranieri e di fare un accordo con il presidente Umberto Paris della Us Ladispoli, fresco di serie D, per rinforzare le squadre giovanili perché Cerveteri con un impianto del genere non può fare categorie giovanili locali. E anche con la prima squadra. Cercheremo infine di tenere i tecnici più validi del posto, e confermare le persone che hanno dato tanto per questi colori. Io amo la US. Ladispoli dove sono cresciuto calcisticamente ma darò tutto per i colori del Cerveteri”.