La replica del sindaco Tidei sulle barriere architettoniche

0
453
Santa Marinella
Santa Marinella

In risposta all’articolo  https://www.orticaweb.it/pietro-tidei-denunciato-per-discriminazione-verso-le-persone-disabili/,  il quale nel titolo asserisce che il Sindaco sarebbe stato denunciato per discriminazione verso le persone disabili, occorre fare delle doverose e opportune precisazioni.

Innanzi tutto non si tratta di una denuncia penale, bensì è stata azionata nei confronti del Comune di Santa Marinella una causa civile ordinaria, ove l’Associazione Luca Coscioni e l’associato Renda lamentano la mancanza dell’adozione del piano di abbattimento delle barriere architettoniche e chiedono al Giudice di far eliminare all’ente tutte le barriere architettoniche sul territorio.

Questa Amministrazione in carica dal giugno 2018, in realtà, ha sempre dimostrato grande sensibilità nei confronti di tali tematiche, tanto che, pur essendo in dissesto economico finanziario, ha compiuto numerose scelte proprio volte ad attenuare le criticità delle barriere architettoniche esistenti per le persone disabili.

In primis la scelta della nuova sede comunale ha interessato un edificio privo delle barriere architettoniche, con rampe per disabili e un ascensore per raggiungere i vari piani. In prospettiva anche gli uffici presenti in Lungo mare Marconi verranno trasferiti in via Cicerone, avendo quindi un’unica sede, semplificando la vita per tutti i cittadini, anche quelli diversamente abili.

Un edificio scolastico è stato completamente ristrutturato in ossequio di tutte le normative in proposito.

La nuova stazione ferroviaria, i cui lavori sono già in esecuzione, è stata progettata con il completo abbattimento di tutte le barriere architettoniche presenti.

Inoltre a breve lungo l’Aurelia verranno collocati nei pressi di un primo attraversamento semaforico segnali tattili e sonori per garantire alle persone non vedenti la possibilità di attraversare in autonomia e sicurezza la strada. Dopo un primo periodo sperimentale si vedrà come procedere per ulteriori attraversamenti in sicurezza.

È previsto anche un nuovo impianto ludico con giochi inclusivi in un parco della città.

Inoltre, l’attuale Amministrazione Tidei, in carica solo dal 2018 e, ricordiamo, con un bilancio in dissesto, già prima che fosse iscritta la causa in Tribunale da parte dell’associazione Coscioni e Renda, ha già richiesto e ottenuto un finanziamento dalla Regione Lazio per redigere i PEBA, ovvero uno studio dell’integrale territorio per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Tale studio è quasi ultimato e presumibilmente verrà portato prima dell’estate in Consiglio Comunale per la sua approvazione.

Non si comprende perché venga richiesto alla Giunta Tidei contezza di una mozione del 2013 che impegnava la precedente amministrazione alla realizzazione del piano e allo stanziamento di 200.000,00 euro, a cui nei successivi cinque anni non è stato dato seguito.

Quello che dispiace è che sul tema della disabilità, estremamente serio e delicato, venga fatta strumentalizzazione politica ben sapendo che al di là della redazione dei vari piani il problema vero che rimane sul tappeto è il reperimento delle risorse per la rimozione delle barriere architettoniche, che tale amministrazione sta cercando di ottenere presentando opportuni progetti per i finanziamenti legati al PNRR.

Il Sindaco

Avv. Pietro Tidei