“La Fiera del Mare a Ladispoli dal 13 luglio al 21 luglio”. Ovvero quando ci sarà Jovanotti a Campo di Mare

0
198

“L’amministrazione comunale di Ladispoli ringrazia tutti coloro che hanno collaborato attivamente per la riuscita della 69° edizione della Sagra del Carciofo Romanesco, che è stata ancora una volta un grande successo”.Le parole sono del sindaco Alessandro Grando che ha commentato l’esito della manifestazione, che quest’anno è stata caratterizzata anche da eventi legati alla solidarietà.
“Sono doverosi – prosegue Grando – i ringraziamenti all’assessorato guidato da Marco Milani, a tutto lo staff dell’Ufficio Cultura, Turismo e Sport, e a tutti gli amministratori comunali che hanno lavorato sodo per l’organizzazione della Sagra del Carciofo, così come alla Pro Loco del presidente Claudio Nardocci che si è confermata una preziosa risorsa per la nostra città.
Un particolare ringraziamento alla Polizia Locale del Comandante Blasi e alle Forze dell’Ordine che hanno vigilato sulla sicurezza dell’evento e contrastato duramente il fenomeno dell’abusivismo. A completare l’opera hanno contribuito la Protezione Civile comunale, la Croce Rossa e tutte le associazioni di volontariato che hanno assiduamente controllato le strade di Ladispoli. Un elogio anche a tutti i volontari delle varie realtà associative che hanno partecipato all’evento e al personale della ditta Massimi che in queste ore sta pulendo tutte le strade della città.
L’amministrazione vuole anche rivolgere un grande elogio alle aziende agricole che, oltre a proporre carciofi di altissima qualità, hanno anche dato vita allo spettacolare concorso di sculture di carciofi in piazza Rossellini, incantando i visitatori. Quest’anno ha vinto, per la prima volta in assoluto, una scultura vivente, la Dama, ideata dall’azienda agricola Zani che ha voluto lanciare un forte messaggio contro la violenza sulle donne. Un significato sociale di spessore internazionale, apprezzato anche dalle delegazioni straniere giunte a Ladispoli su invito dell’amministrazione dalla Germania, dal Belgio e per la prima volta anche dalla Russia. Uno dei fiori all’occhiello della festa – prosegue Grando – è stata la grande risposta dei cittadini alla raccolta fondi per i fratellini Marco e Francesco, i due bimbi colpiti dalla malattia di Batten. Grazie alla disponibilità di grandi campioni dello sport che hanno messo a disposizione le loro maglie l’asta di beneficenza ha permesso di raccogliere 7.795 euro in soli tre giorni. Ringraziamo la coordinatrice dell’evento Caterina De Caro e tutti gli esercizi pubblici che hanno effettuato la vendita dei tagliandi. Ringraziamo naturalmente anche don Alberto Mazzola che ha benedetto la Sagra del Carciofo il giorno della cerimonia di apertura”.
Ma la Sagra del Carciofo è stato soltanto il primo evento di una lunga serie di manifestazioni che si svolgeranno a Ladispoli nei prossimi mesi.
“Stiamo allestendo – continua il sindaco Grando – un cartellone di manifestazioni di altissimo livello che avranno il loro momento clou il 16 giugno con il ritorno delle Frecce Tricolori nei cieli di Ladispoli. C’è già grande attesa per l’esibizione della Pattuglia acrobatica nazionale, avremo decine di migliaia di visitatori per un evento bellissimo e suggestivo come fu lo scorso anno. Annunciamo, inoltre, ufficialmente che la seconda edizione della Fiera del Mare si svolgerà a Ladispoli dal 13 luglio al 21 luglio lungo tutta la fascia del lungomare.
Ci sono poi altri eventi molto importanti in programma che verranno annunciati nelle prossime settimane.
Di sicuro, da maggio a settembre, a Ladispoli ci sarà come sempre da divertirsi.
Senza dimenticare che nel 2020 la Sagra del Carciofo Romanesco giungerà alla 70° edizione, un traguardo importante che merita di essere festeggiato in grande stile”.
Fino a qui la nota ufficiale del comune di Ladispoli. Non possiamo non notare un particolare molto interessante. Ovvero che un evento di importanza regionale come la Fiera del Mare si svolgerà proprio nei giorni in cui a Marina di Cerveteri è previsto il concerto di Jovanotti a poca distanza dalla palude di torre Flavia. Evento che peraltro appare sin da ora molto difficoltoso come organizzazione da parte del comune cerite, vicenda della quale parleremo prossimamente. Come dire insomma che i rapporti tra Ladispoli e Cerveteri sono sempre più difficili, sarà un luglio molto caldo visto che si vocifera che l’amministrazione del sindaco Grando, che non ha mai comprensibilmente digerito il “dispetto” ricevuto per la vicenda Jovanotti, si prepara a calare vari assi del mondo dello spettacolo proprio in quei giorni. Spettacoli che a Ladispoli saranno ovviamente gratuiti.