La favola di Vanessa De Sangro, da Ladispoli allo scudetto del volley

0
2011
Una bella favola, una grandissima soddisfazione: il titolo di Campione d’Italia, il sogno che ogni sportivo vorrebbe vedere realizzato.

Nelle finali nazionali della “Boy League”, il campionato giovanile Under 14 organizzato dalla Lega Pallavolo e svoltosi nello scorso fine settimana a Cesenatico, i ragazzi del “Progetto Azzurra Alessano” hanno conquistato uno storico e meritato titolo tricolore.
La gioia per lo straordinario traguardo raggiunto dal consorzio giovanile pugliese guidato da Vincenzo Fanizza e Vanessa De Sangro ha coinvolto anche la comunità di Ladispoli, città dove Vanessa ha vissuto e mosso i suoi primi passi da tecnico e da educatrice.
E’ presso il “Pallone” di via Firenze infatti che l’allenatrice salentina ha intrapreso il suo percorso, grazie all’intuizione di Mauro Scimia che nel 2002 la volle affiancare a Debora Corrado come istruttrice del Minivolley, del settore giovanile e dei Progetti Scolastici della “Volley Ladispoli” presso i plessi di via Castellammare e via Fratelli Bandiera.
Rientrata nel Salento nel 2007, Vanessa De Sangro ha continuato il suo percorso formativo ed ha fondato la “Pallavolo Salve”, ottenendo  numerosi titoli in campo provinciale e regionale, ricoprendo importanti incarichi tecnici in ambito federale, promuovendo consorzi territoriali, emergendo ed affermandosi nell’attività giovanile di qualità.
Un crescendo di vittorie e di emozioni, di giovani talenti lanciati nel panorama della pallavolo nazionale, culminato lo scorso 2 aprile con la storica impresa della conquista del tricolore giovanile.
Un traguardo meritato per una donna determinata, rimasta riconoscente alla società sportiva rossoblù per le esperienze e le competenze acquisite durante i suoi anni di permanenza a Ladispoli.