La comunità di Ladispoli piange la scomparsa di Suor Stefania

0
1417
esequie

Ladispoli. Suore Agostiniane Serve di Gesù e Maria

di Pamela Stracci

Si è spenta nella mattina del 16 febbraio, all’età di 92 anni Suor Stefania della congregazione delle Suore Agostiniane Serve di Gesù e Maria, conosciuta da tutta la comunità religiosa di Ladispoli e non solo. Una donna minuta ma fino all’ultimo istante “dall’animo vivace e dal forte apostolato” come l’ha definita il parroco Mons. Alberto Mazzola ricordandola nella messa di ieri sera.

Per chi ha passato la sua infanzia a Ladispoli è stato impossibile non averla conosciuta come insegnante o come catechista o come costante missionaria della preghiera nel Rosario che ha portato fino a poco tempo fa anche nelle case, per dare conforto a persone anziane o ammalate. Suor Stefania è stata un punto di riferimento per molte persone della comunità che hanno trovato in lei una risoluta confidente spirituale e una instancabile ambasciatrice del messaggio trasmesso dalla fondatrice della congregazione, la venerabile Suor Maria Teresa Spinelli, una madre coraggio che ha vissuto in grado eroico e in santità, tutte le virtù cristiane e che ho avuto modo di raccontare in un articolo precedente fortemente voluto dalla stessa Suor Stefania: la strada e la scuola di via del Ghirlandaio dedicate a Teresa sono proprio frutto di questo suo lavoro incessante.

Molti i messaggi di cordoglio, di stima e di affetto: “Grazie a Dio per esserci stata”, “il tuo sguardo e la tua dolce determinazione rimarranno sempre nel mio cuore”, “ho un bellissimo ricordo di lei” “prega per noi come hai sempre fatto”, “grazie di avermi voluto bene”.

Ho avuto l’onore di seguire da vicino gli ultimi anni di vita di Suor Stefania e posso testimoniare il suo ininterrotto e impagabile impegno, fino alla fine, nell’apostolato e per il riconoscimento della beatificazione di suor Teresa.

Nella Chiesa di Santa Maria del Rosario a Ladispoli le esequie di questa piccola grande suora che porteremo sempre con affetto nei nostri cuori.