LA BATATA NON È UNA PATATA

0
676

UTILIZZI E PROPRIETÀ DI QUESTO FANTASTICO TUBERO

di Alfonso Lustrino

Alzi la mano chi conosce la batata? Da non confondere con la patata americana, anche se hanno una forma molto simile, la batata è caratterizzata dalla polpa soda di un bel rossoarancio, e si può consumare sia cruda che cotta. Presenta una buona concentrazione di vitamine, soprattutto quelle dei gruppi A e C, e contiene molte fibre e sostanze antiossidanti.

Questo tubero è anche una buona fonte di sali minerali, in particolare potassio, magnesio, ferro e calcio. La percentuale di amidi in essa presenti la rende un alimento ad alto contenuto calorico, pur non apportando grassi saturi. Grazie alla presenza di antociani e flavonoidi di cui è ricca, possiede proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, che la rendono indicata come alimento che aiuta a prevenire patologie cardiovascolari e tumorali. Inoltre, il suo basso indice glicemico la rende preferibile alla patata nelle diete ipocaloriche. Funziona come regolatore dei livelli di glucosio nel sangue e aiuta a ridurre i livelli di colesterolo ‘cattivo’ (LDL).

A differenza delle patate a noi familiari, inoltre, questo tubero può essere gustato anche crudo con la buccia, dopo averla accuratamente lavata. Si può, anche aggiungere agli ingredienti di un’insalata.

Questo tubero è ricco di gusto oltre che di proprietà salutari. Dal gusto marcatamente dolce, simile alla carota e alla zucca, ha una consistenza affine alla patata. Può essere impiegata in preparazioni che normalmente usano patate o zucca, con uguali modalità di cottura, avendo però sempre cura di bucherellare la sua scorza, più consistente di quella delle patate, sia per bollirla che per farla al forno. Si può, quindi, preparare un ottimo risotto alla batata, cucinare al forno e farne un purè per accompagnare un secondo di carne. Oppure, ancora, la possiamo utilizzare per preparare una interessante variante di guacamole.

COME DOLCIFICANTE
I dolci per molti sono una tentazione irresistibile. Nutrizionisti e ricercatori concordano, tuttavia, che un consumo eccessivo di zuccheri sia dannoso per la salute. A tal proposito consigliano di mantenerli al minimo eliminando, se possibile, ogni eccesso dalla nostra dieta. Per fortuna esistono alcuni dolcificanti naturali che possono agevolmente sostituire l’incriminato zucchero raffinato. Oltre alla frutta, la batata è un’alternative poco considerata in cucina.

CONCLUSIONI
La batata, simile alla patata per forma e consistenza, ma diversa per proprietà e sapore, è un alimento tutto da scoprire. Ricca di nutrienti che stimolano e fanno bene al nostro organismo, la batata è tra i tuberi più importanti a livello nutrizionale. Un ortaggio buono, versatile e ricco di benefici. E allora? Proviamolo in cucina e… buon appetito.

BATATA: RICETTA PER FARE GLI GNOCCHI 
Ingredienti per 500 gr di gnocchi, adatti a circa 4 persone:
• 4 batate
• farina 00
• 4-6 cucchiai di olio di oliva
• un rametto di salvia

PROCEDIMENTO
Cuocete le batate con la buccia in acqua salata bucherellandola prima con la forchetta. Scolate quando saranno morbide e riducete in purea con lo schiacciapatate. Versate questa purea in una terrina e aggiungete un pugno di farina e un 4 cucchiai di olio e cominciate a impastare con il cucchiaio e poi con le mani. Deve risultare un composto liscio e morbido, senza grumi. Avvolgetelo in una pellicola fate riposare in frigo per mezz’oretta. A questo punto, su un piano infarinato, prendete un po’ di impasto e arrotolatelo, a seconda della grandezza degli gnocchi, potete fare dei ‘tubetti’ di 1 o 2 cm di diametro. Poi tagliate in tanti pezzetti di uguali dimensioni. Procedete in questo modo fino ad esaurimento della pasta. Ogni gnocchetto può anche essere leggermente schiacciato con una forchetta, in ogni caso, sono pronti per la cottura. Portate dell’acqua salata a ebollizione in una grossa pentola e gettate gli gnocchi di batata, In pochi minuti dovrebbero affiorare in superficie ed essere così cotti. Potete servirli con un classico burro fuso aromatizzato da qualche foglia di salvia fresca o con dell’olio etra-vergine di oliva e una spolverata di grana grattugiato.

(da tuttogreen.it)