“Il Signore è il mio Pastore, non manco di nulla” (Sal 22,1)

0
225
pasqua

Il Signore è risorto. E’ veramente risorto, Alleluja!

di Antonio Calicchio

Il tempo fugge davvero a grandi falcate, conducendoci ormai al periodo pasquale, autentica fonte del mutamento della vita e della storia: la Resurrezione di Cristo. Ed infatti, tale evento ha impresso una vera svolta, uno scopo nuovo, e cioè che l’ultima parola sulla vita, su ogni vita, non è la morte, ma è la Verità di una vita senza fine. Le braccia distese sulla Croce, inchiodate in una eterna apertura, descrivono di un coinvolgimento in cui ciascuno è avvolto.

Viviamo una epoca complicata, nella quale giornalmente solleviamo lo stesso interrogativo su come affrontare le numerose sfide che la realtà di oggi pone. Occorre ampliare l’orizzonte delle nostre vedute per comprendere che la volontà di Cristo può essere anche la nostra. Egli nelle Beatitudini proclama: “Beati quelli che hanno fame e sete di giustizia, perché saranno saziati” (Mt 5,6). Cristo è il Giusto, immolato sulla Croce, per l’umanità ingiusta.

Nella Croce risiedono le risposte a molte nostre domande; nella Croce trovano concretezza la fame e la sete di giustizia. Per questa fondamentale ragione, è indispensabile fare attenzione a chi vive accanto a noi, condividendo quanto abbiamo, dal punto di vista non solo materiale, ma anche morale e spirituale, rispetto ai doni che ciascuno possiede: fare dono del nostro tempo, dell’ascolto, delle abilità professionali, ecc. E scopriremo che quanto più doniamo, tanto più veniamo saziati. Allora sarà Pasqua di Resurrezione per noi e per coloro che sono vicino a noi, Pasqua che è luce per la vita di ogni essere umano.

Questa festa ci ammaestra affinché la nostra speranza non sia vana, in quanto “Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in Lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna” (Gv 3,17). Ed infatti, siamo chiamati a volgere lo sguardo verso l’alto “da dove ci verrà l’aiuto” (Sal 121,1), da dove Dio ci sorprende sempre, dandoci forza, coraggio e determinazione per rialzarci e per farci riprendere il cammino, donandoci la vita.

Cristo risorto ci invita ad andare avanti, per superare, in particolare, le difficoltà e le situazioni delicate.

Che il Signore ci protegga, e faccia splendere il suo volto su di noi, donando al mondo intero la pace.

Auguri di una S. Pasqua.