IL LADISPOLANO MINISINI, CAMPIONE DI NUOTO SINCRONIZZATO, VA AL QUIRINALE

0
101

Nella Sala degli Specchi del Quirinale, la scorsa settimana, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha incontrato una rappresentanza di atlete e atleti italiani che hanno partecipato ai Campionati del Mondo di Nuoto 2019 di Gwangju, che ha regalato all’Italia ben 15 medaglie, superata in numero solamente da grosse realtà come USA, Cina, Russia e Australia. Tra i campioni anche un ragazzo di Ladispoli: lo straordinario Giorgio Minisini, il campione di nuoto sincronizzato che ha rivoluzionato questo sport ed è entrato nella storia come unico campione mondiale con l’oro di Budapest 2017 con la doppista Manila Flamini. Atleta delle Fiamme Oro e dell’Aurelia Nuoto, ha conquistato due medaglie d’argento al Mondiali di luglio. Dopo l’abbandono di Manila Flamini, Giorgio sarà impegnato a costruire un nuovo duo misto con l’atleta (o le atlete) che il CT Patrizia Giallombardo deciderà di affiancargli. Giorgio Minisini è stato il primo sincronetto italiano a scendere in acqua in coppia. Mai nella storia del sincronizzato era accaduto prima. E sin dal 2015 il campione di Ladispoli ha macinato medaglie mondiali ed europee. Insieme a Mariangela Perrupato e Manila Flamini, il vicecampione mondiale di Gwangju ha conquistato il palcoscenico internazionale. Tanti ragazzi dopo di lui si sono appassionati alla disciplina del sincro misto e hanno iniziato a percorrere i suoi passi. Al suo debutto al Mondiale di Kazan, Giorgio vinse. Un bronzo per lui, con Manila Flamini nel duo misto tecnico. Replicandosi nella stessa competizione con la Perrupato per il libero in piscina. E sempre terzo posto. Due anni fa a Budapest il riconoscimento per una carriera giovane e ricca di talento: il titolo mondiale vinto insieme a Manila ha fatto la storia della disciplina. Un urlo verso il cielo e con la Flamini in braccio morente, per un passo a due in acqua ispirato ai naufragi del Mediterraneo di tanti migranti disperati. Voleva replicare l’oro quest’anno al Mondiali di Nuoto in svolgimento a Gwangju. Ma i fortissimi russi hanno avuto la meglio. E’ salito sul secondo gradino Giorgio e ancora con Manila. Due argenti conquistati. Minisini, per impegni di lavoro, ha lasciato la sua Ladispoli per andare nella Capitale. Un grande in bocca al lupo a Giorgio per il suo futuro sportivo e lavorativo!